breaking-news, Italia

Nove medici britannici vanno in Siria per curare feriti Isis

Nove-medici-britannici-vanno-in-Siria-per-curare-feriti-Isis

Nove studenti di medicina del Regno Unito hanno deciso di raggiungere il territorio siriano per unirsi all’Isis.

Il gruppetto di studenti medici composto da 5 donne e 4 uomini, dalle ultime notizie pervenute dai genitori, ha superato la frontiera della Turchia e si appresta ad unirsi agli uomini del Califfato.
Una ragazza del gruppo ha lasciato un post ai propri genitori nel quale spiega le ragioni del gesto e chiede ai genitori di non preoccuparsi, che la loro volontà è quella di prestare il loro servizio presso le truppe dell’Isis ed in particolare di curare i terroristi islamici che non stanno bene perché feriti in battaglia.

I nove studenti di medicina, che dovrebbero aver già raggiunto le truppe siriane dell’Isis, sono tutti nati nel Regno Unito.

I genitori dei nove studenti sembra che si siano messi subito alla ricerca dei propri figli ed abbiano cercato di raggiungere il confine della Turchia per rintracciare i nove ragazzi e cercare di convincerli a non unirsi alle truppe dell’Isis.


Sembrerebbe, secondo le ultime notizie rese note dalla Bbc, che i genitori non siano ancora riusciti a rintracciare i propri figli.

I nove studenti inglesi di medicina sarebbero partiti da Karthoum capitale del Sudan in Africa circa 11 giorni fa per poi raggiungere la Turchia ed, infine, il territorio siriano.

Nel Sudan, nazione d’origine dei nove studenti scomparsi nel nulla, i ragazzi si sarebbero incontrati con due medici uno americano e l’altro nord europeo che si sarebbero uniti a loro nel viaggio verso la Siria.

Anche l’ambasciata del Regno Unito in Turchia ha chiesto che la polizia turca intensificasse le ricerche nel tentativo di fermare i ragazzi prima che oltrepassino il confine, arrivino in Siria e si uniscano alle truppe dell’Isis.

Sono molti i ragazzi di origine europea che in questo ultimo periodo si stanno unendo alla truppe dell’Isis ed i governi stanno cercando di compiere tutte le procedure necessarie per cercare di bloccare alla frontiera turca questi ragazzi.