breaking-news, Gossip & Spettacolo, Italia

Pescara, il “Falco” entra nel tribunale con un’arma, denunciato

Pescara-il-Falco-entra-nel-tribunale-con-un-arma-denunciato

Mario Ferri noto a tutti con il soprannome il “Falco” colpisce ancora e compie un’invasione che farà molto discutere e che potrebbe comportare dei guai seri.

Il “Falco” noto soprattutto al pubblico sportivo per le sue numerose invasioni nei campi di calcio indossando la maglia di un famoso supereroe quale Superman e  per una sua “visita”  all’isola dei Famosi, nei giorni scorsi si è introdotto nel tribunale di Pescara con una pistola.

La pistola era a salve ma il gesto è diventato subito di dominio pubblico perché avvenuto solo alcuni giorni dopo la strage al tribunale di Milano che ha visto la morte di tre persone e il ferimento di altre due.

Mario Ferri, che vive a Montesilvano un paese in Abruzzo ed ha solo 27 anni ha documento la sua invasione nel tribunale di Pescara sulla  sua pagina ufficiale di Facebook.

L’invasione è avvenuta venerdì scorso nel tribunale penale di Pescara dove Mario Ferri, introducendosi nelle aule dove si svolgono i processi penali del palazzo di giustizia di Pescara, ha voluto dimostrare che anche dopo la strage di Milano è possibile senza essere fermato dagli organi preposti alla sicurezza, entrare indisturbato con una pistola.

Mario Ferri ha postato su Facebook il seguente commento ad una foto che dimostrava la sua invasione nel tribunale di Pescara: “Dentro un ufficio di un giudice con una pistola …(a salve) Ecco una foto … Nonostante la strage di ieri la sicurezza nei tribunali è ancora nulla! Riflettiamo”.


Il “Falco” solo qualche giorno fa sempre su Facebook aveva sparso una notizia falsa su una sua ipotetica morte causata da un incidente avvenuto mentre stava praticando uno sport estremo.

Mario Ferri per l’invasione nel tribunale di Pescara è stato oggetto di una denuncia per i reati di “procurato allarme ed evasione”.

Gli uomini delle forze dell’ordine di Montesilvano, paese in cui vive il “Falco”, hanno provveduto a perquisire l‘abitazione del ragazzo ed hanno ritrovato la pistola a salve utilizzata per l’irruzione nel tribunale di Pescara.

Mario Ferri aveva occultato la pistola nel vano del suo appartamento adibito alla caldaia.

I carabinieri hanno anche sequestrato lo smarphone con il quale Mario Ferri ha girato il video dell’invasione nel tribunale di Pescara.