breaking-news, Italia

Ufficiale giudiziario va a casa di un uomo per pignorare ma lo trova mummificato

Ufficiale-giudiziario-va-a-casa-di-un-uomo-per-pignorare-ma-lo-trova-mummificato

Non pagava le tasse da 7 anni, non perché fosse evasore ma perché era morto.

Ieri a Genova un ufficiale giudiziario si è recato dietro la porta di Flavio Vargiu per pignorare le somme dovute in seguito ad alcune imposte non pagate.

L’ufficiale giudiziario ha suonato più di una volta alla porta di Flavio Vargiu senza, però, avere alcuna risposta e a quel punto ha deciso di chiedere l’intervento delle forze dell’ordine.

I carabinieri hanno tentato di mettersi in contatto con Flavio Vargiu e dopo non esserci riuscirti hanno scardinato la porta di ingresso del suo appartamento.

Subito dopo essersi introdotti nell’appartamento i carabinieri e l’ufficiale giudiziario hanno fatto l’atroce scoperta che Flavio Vargiu era morto.

Le forze dell’ordine hanno trovato il corpo dell’uomo mummificato a terra in cucina con accanto il calendario che risaliva al 2008.

Il corpo del povero uomo era mummificato e il calendario ritrovato era fermo a febbraio 2008.

I carabinieri hanno cercato di comprendere come mai nessuno si era accorto della scomparsa di Flavio Vargiu.

I vicini di casa hanno raccontato che l’uomo ritrovato morto da 7 anni era una persona molto schiva, solitaria e che non aveva molti amici.

L’uomo avrebbe detto in particolare ad un suo conoscente che aveva intenzione di ricoverarsi presso una casa di riposo.

L’uomo sarebbe morto quando aveva 76 anni e gli inquirenti in queste ore stanno cercando di scoprire come sia deceduto.

Gli investigatori, inoltre, stanno cercando di comprendere anche se la data della morte di Flavio Vargiu risale a 7 ani fa.

Sembra che i vicini di Flavio Vargiu non abbiano denunciato la scomparsa dell’uomo perché pensavano che da tempo soggiornasse in una casa di riposo.