Loading...

Sardegna, nel mare di Gallura trovato un relitto di una nave romana

0
195
Sardegna-nel-mare-di-Gallura-trovato-un-relitto-di-una-nave-romana

Sardegna-nel-mare-di-Gallura-trovato-un-relitto-di-una-nave-romana

I fondali dei nostri mari spesso sono ricchi di grandi sorprese e di tesori nascosti.

L’ultima incredibile scoperta è avvenuta i uno dei mari più belli d’Italia e del mondo, nel Mar di Sardegna.

La sensazionale scoperta è avvenuta a poche miglia dalla costa della città di Gallura ed è stata opera della Polizia di Stato di Sassari e dei tecnici della Soprintendenza Archeologica della Sardegna.

Gli uomini della polizia di Stato e i tecnici della Soprintendenza hanno scoperto un relitto di una nave risalente al periodo romano.

L’imbarcazione romana è lunga ben 18 metri e larga 7 metri ed era una nave adibita al trasporto di laterizi.

La destinazione della nave non è ancora certa, alcuni investigatori della polizia ritengono che la nave dovesse approdare nella Sardegna occidentale, altri pensano che la reale destinazione dell’imbarcazione era la Spagna.

Sarà difficile stabilire quale fosse la reale destinazione della nave da trasporto romana.

La nave non ha subito particolari danni è gli archeologici della soprintendenza della regione Sardegna hanno deciso di non tentare il recupero del relitto per non provocare danni irreparabili.

La nave romana  sarà lasciata nei fondali del mar di Sardegna.

Saranno pochi fortunati quindi a potersi godere dell’incredibile scoperta fatta dalla polizia di Gallura in collaborazione con la soprintendenza della Regione Sardegna.

La Soprintendenza Archeologica della Sardegna ha rilasciato il seguente comunicato stampa sulla eccezionale scoperta fatta a largo di Gallura:

“A meno cinquanta metri di profondità, hanno rinvenuto un relitto di età romana che per il suo carico e il suo posizionamento sui fondali del mare, rappresenta un unicum dal grande valore scientifico. L’eccezionalità del ritrovamento attiene allo stato di conservazione del carico che risulta intatto e ad oggi stivato come al momento della partenza. Pare pertanto che la nave sia affondata con un semplice movimento verticale dalla superficie fino al fondale”.

Loading...