Loading...

Caserta, tre poliziotti arrestati per droga e per scorta a Gigi d’Alessio

0
248
Caserta-tre-poliziotti-arrestati-per-droga-e-per-scorta-a-Gigi-d-Alessio

Caserta-tre-poliziotti-arrestati-per-droga-e-per-scorta-a-Gigi-d-Alessio

Uno scandalo che sta travolgendo il Commissariato di Marcianise.

Tre poliziotti di cui sono stati divulgati anche i nomi sono stati arrestati nelle prime ore di ieri mattina in una complessa operazione delle forze dell’ordine che ha portato all’arresto di 16 persone.

I tre poliziotti arrestati sono Alessandro Albano, Nunziante Camarca e Domenico Petrillo di un’età compresa fra i 37 e i 48 anni.

Gli investigatori hanno reso noto che i vari arresti sono iniziati in piena notte e sono terminati solo all’alba di ieri.

Le sedici persone arrestate tra le quali figurano i tre poliziotti, sono accusate di svariati reati tra i quali, traffico di droga, corruzione, truffa e abuso d’ufficio.

Gli investigatori hanno anche reso noto che i tre agenti di polizia che sono stati arrestati ieri all’alba sono accusati anche per aver utilizzato l’auto di servizio per fare da scorta al famoso cantante napoletano Gigi D’Alessio.

L’episodio è avvenuto l’11 dicembre 2013 quando i tre poliziotti accompagnarono il famoso cantante alla presentazione di un disco in negozio al quartiere Vomero di Napoli.

Un poliziotto dei tre in particolare ha anche accompagnato Gigi D’Alessio ad un concerto che il famoso cantate tenne a New York ed ad un altro che si svolse a Piazza Municipio in pieno centro di Napoli.

I tre poliziotti accompagnarono Gigi D’Alessio alla presentazione del CD senza alcuna autorizzazione e alla fine della giornata lavorativa scrissero nel rapportino di aver svolto tre ore di straordinario.

Gigi D’Alessio subito dopo l’arresto dei tre poliziotti ha rilasciato una lunga dichiarazione nella quale ha precisato che: “Il poliziotto arrestato è un mio fan da tempo, da almeno venti anni e tutte le volte che venivo a cantare in zona, si faceva trovare in servizio e mi scortava con la macchina, mi faceva la staffetta”.

Il cantante ha anche detto sempre riferendosi al suo rapporto con uno dei tre poliziotti fermati che: “Lo faceva sempre anche con mia moglie, Anna Tatangelo la quale, in occasione di un concerto a Marcianise si è fatto trovare per accompagnarla”.

Gigi D’Alessio ha voluto chiarire anche l’episodio di New York quando sembrerebbe che il cantante in America ci andò con uno degli agenti fermati: “Quando ho fatto un concerto a New York, il 14 febbraio 2011 è venuto insieme a mio nipote che suona con me. Mio nipote mi disse ‘vuole venire, posso portarlo? E’ sempre meglio averlo un poliziotto accanto’. Io dissi di si. Io ho grande rispetto per gli uomini in divisa ma oramai manco più dei poliziotti uno si può fidare. Non mi ricordo chi pagò quel viaggio”.

I tre poliziotti avrebbero utilizzato l’auto di servizio anche per recarsi in diversi night segnando sempre nel rapportino ore di straordinario.

Sembrerebbe che i tre agenti di polizia arrestati durante le ora di servizio avrebbero avuto dei rapporti sessuali con due sorelle.

Gli incontri tra i tre poliziotti e le due sorelle sarebbero avvenuti anche in commissariato a Marcianise.

Loading...