breaking-news, Italia

Riforma Pensioni 2014: ultime novità proposta Giovanni modifica età pensionabile legge Fornero

Riforma-Pensioni-2014-ultime-novità-proposta-Giovanni-modifica-età-pensionabile-legge-Fornero

Il Ministro del lavoro Enrico Giovannini per modificare la più odiata riforma degli ultimi anni introdotta in Italia quella delle pensioni della Fornero sembra che questa volta faccia veramente sul serio.

L’idea di Giovannini è di dare la possibilità ai lavoratori che hanno compiuto i sessantaduesimo anno di età e che hanno già raggiunto i trentacinque anni di contributi di andare anticipatamente in pensione invece di aspettare il compimento dei sessantaseiesimo anno di età come previsto dall’attuale riforma pensionistica.

Questa nuova possibilità di poter andare in pensione anticipatamente avrebbe un duplice scopo: il primo di liberare posti di lavoro e quindi di rimettere in moto il cosiddetto ricambio generazionale da anni fermo in Italia e il secondo di non creare più categorie come gli esodati che pur avendo raggiunto il massimo dei contributi, si sono ritrovati nell’impossibilità di accedere alla pensione ed in molti casi anche senza lavoro, per non avere raggiunto il sessantaseiesimo anno di età.

Il “prestito pensionistico”, così si chiamerebbe la possibilità di accedere alla pensione in modo anticipata, da parte dei lavoratori non sarebbe obbligatoria ma facoltativa.

Il lavoratore che vorrà aderire, se occupato dovrà lasciare il posto di lavoro e si dovrà accontentare di una rendita mensile pari all’85% di quella realmente spettante.

Al raggiungimento del fatidico limite di età, per accedere alla reale pensione, si avrebbe diritto alla retta mensile spettante decurtata dal 10 al 15% per restituire le somme percepite nei quattro anni con il “prestito pensionistico”.

A questo progetto il Ministro Giovannini ieri durante una conferenza stampa ha reso noto che ci sta lavorando in sintonia con il Ministro del Tesoro e che obbligatorio che si raggiunga l’intesa anche con il sindacato e la confindustria.

Anche Guglielmo Epifani, ex segretario Pd e possibile successore del Ministro Enrico Giovannini in caso di rimpasto al dicastero del lavoro, ieri, commentando la proposta, si è detto favorevole ad un sistema che permetta il pensionamento anticipato.