breaking-news, Italia

Terremoti in tempo reale: forte scossa stasera in provincia Salerno in Campania

Terremonti-in-tempo-reale-forte-scossa-stasera-in-provincia-Salerno

Oggi, 22 gennaio 2014, l’Istituto Nazionale di geofisica e Vulcanologia di Roma ha registrato numerose scosse concentrate in Umbria ma la scossa più violenta è avvenuta nel distretto sismico del Cilento in provincia di Salerno in Campania.

L’evento sismico, di magnitudo 3.7, avvenuto in Campania è stato registrato alle ore 20,35 con un epicentro ad una profondità molto vicina alla crosta terrestre a circa 6 chilometri.

I comuni vicini all’epicentro della scossa sono i seguenti: Albanella, Altavilla Silentina, Capaccio, Cicerale, Giungano, Roccadaspide, Trentinara in provincia di Salerno.

Ancora una volta ad essere colpita da un forte sisma è la Campania dopo il terremoto di due giorni fa sul Matese oggi, a soli cento chilometri di distanza, è stata la volta del Cilento.

Subito dopo il forte sisma la gente che si trovava a casa si è precipita per strada.

Numerose sono state le chiamate ai vigili del fuoco che sono intervenuti per la caduta di alcuni calcinacci.

La protezione civile di Napoli subito allertata sta in queste ore effettuando le verifiche di rito soprattutto alle strutture pubbliche.

Non si sa l’evolversi della situazione perchè al momento vi sono state solo micro scosse non avvertite dalla popolazione e non si può prevedere se vi saranno repliche e di che potenza possano verificarsi.

La Campania in questa settimana sembra non avere pace vista la frequenza e violenza delle scosse sin qui avvenute peraltro in due zone differenti.

Al momento non è ancora arrivata nessuna notizia se le scuole solo a livello precauzionale come di solito avviene quando avvengono degli eventi del genere saranno chiuse o meno.

La scossa di oggi è stata avvertita anche a Salerno città e nella vicina Basilicata a Potenza.

Un’altra regione particolarmente colpita dalle scosse di terremoto oggi è stata l’Umbria dove l’Ingv ha registrato ben cinque scosse superiori a magnitudo 2.0 quattro nella area di Gubbio dove da gennaio dell’anno scorso ad oggi sono state registrate più di millecinquecento scosse.