Loading...

Ermes Mattielli morto d’infarto il rigattiere condannato per aver sparato a due ladri

0
159
Ermes-Mattielli-morto-d-infarto-il-rigattiere-condannato-per-aver-sparato-a-due-ladri

Ermes-Mattielli-morto-d-infarto-il-rigattiere-condannato-per-aver-sparato-a-due-ladri

La questione della difesa personale che viene messa in atto quando si è costretti ad usare le armi per difendere se stressi e i propri familiari, in questi giorni è molto discussa.

C’è chi sostiene che se ci si trova nel proprio appartamento e un ladro entra, spesso notte tempo, è giusto usare l’arma regolarmene denunciata e detenuta e farsi giustizia da soli, ai soli fini della legittima difesa. C’è, invece, chi ritiene che tutt’al più sarebbe giusto usare l’arma ma sparando in aria solo per spaventare e far scappare i malviventi e c’è, ancora, chi sostiene che al massimo si potrebbe sparare in basso, alle gambe ma mai rischiare di uccidere, di togliere la vita se pur ad un ladro che entra e viola la nostra intimità con il rischio che sia poi lo stesso ladro a ferire e magari uccidere le vittime.

 Insomma, una discussione dai toni sempre molto accesi che ha tanti pensieri e tanti punti di vista.

 La realtà però, rimane quella tristissima di chi subisce delle violenze simili e poi esasperato perché a volte preso di mira più e più volte alla fine stremato decide di acquistare un‘arma e magari dormire con la stessa sul comodino nel terrore che anche quella notte qualcuno possa entrare nel proprio appartamento e tentere una rapina.

Una storia simile è accaduta a Ermes Mattielli, un rigattiere in pensione di 62 anni che viveva a Arsiero.

Ieri pomeriggio è deceduto mentre era ancora ricoverato in ospedale  Alto Vicentino da tre gironi nel reparto di Cardiologia a seguito di un infarto.

 Ermes Mattielli nel 2006 fu protagonista di una tristissima vicenda.

Era il 13 giugno quando trovò nel suo deposito di rottamazione due nomadi, Blu Helt 36 anni e Cris Caris di 31 anni intenti a sottrarre della merce.

Esasperato dalla vicenda puntò l’arma contro di loro e  sparo’, con una Tanfoglio 9×21, 14 colpi di pistola.

Non li uccise ma comunque fu condannato a 5 anni e 4 mesi di carcere più ad un risarcimento di 135mila euro.

Dal giorno del ferimento Ermes Mattielli è stato ospite di tante trasmissioni televisive ed è stato intervistato numerosissime volt; forse a causa di tutto lo stress che ha subito in questi anni, tre giorni fa mentre era nella sula abitazione in via Scalini ha accusato un malore.

Ricoverato in ospedale la situazione sembrava sotto controllo ma, nella serata le sue condizioni sono immediatamente peggiorate fino a quando è deceduto.

Loading...