Loading...

Isis, la prossima roccaforte del Califfato potrebbe essere Sirte in Libia

0
179
Il-Califfo-Al-Baghdadi-non-è-più-in-Siria-ma-si-è-trasferito-a-Sirte

Isis-allarme-Usa-la-roccaforte-del-Califfato-è-Sirte-in-Libia

Sembra che i bombardamenti in Siria contro l’Isis non stiano sortendo l’effetto sperato.

Secondo due autorevoli giornali americani il New York Times e il Wall Street Journal l’Isis invece di arretrare, in una nazione sta avanzando.

La nazione nella quale la presenza dell’Isis sembra essere sempre più massiccia è la Libia dove i terroristi islamici hanno già conquistato la regione di Sirte che sta diventando sempre più il rifugio di tantissimi uomini del Califfato.

Sembrerebbe che il centro direzionale degli uomini del terrore negli ultimi giorni si stia spostando dalla Libia anche per sfuggire al massiccio bombardamento in atto da parte della Russia prima e della Francia dopo sull’area della Siria occupata dall’Isis.

Le forze del Califfato starebbero quindi a due passi dall’Italia a pochi chilometri dalle nostre coste.

Prima del trasferimento in massa degli uomini dell’Isis a Sirte in Libia, la capitale dello stato islamico era stata proclamata a Raqqa una città della Siria.

A rendere noto che le milizie del Califfato si stanno trasferendo a Sirte in Libia è stato Omar Adam uno dei capi dell’esercito libico.

Secondo Omar Adam: “Dalla Siria e dall’Iraq è in corso un grande esodo della leadership dell’Isis che si sta stabilendo in Libia”.

Un’attenta analisi fatta da i due importanti giornali americani la Libia è l’unico paese che è quasi interamente controllato dagli uomini del terrore.

In Libia la presenza di forze del Califfato è molto numerosa e anche i capi villaggio libici sono schierati con l’Isis.

L’analisi dei tabloid americani rende noto che sono tantissime le nuove forze che in questi giorni si stanno arruolando con l’Isis tra le quali anche parecchi giovani europei che si stanno trasferendo in Libia con tutta la famiglia.

L’Isis sta diventando l’unica forza in grado di governare in Libia anche perché nel paese sono fortissimi i contrasti tra le varie fazioni presenti nel paese.

Lo stesso presidente degli Stati Uniti d’America ha dichiarato che le forze della coalizione non dovrebbero combattere l’Isis solo in Iraq e in Siria ma anche in Libia.

Sembrerebbe che le forze speciali americane e inglesi stanno già lavorando a Sirte per raccoglie maggiori informazioni sugli spostamenti dell’esercito libico dell’Isis.

Secondo le ultime informazioni i ribelli dell’Isis avrebbero già sotto il loro controllo quasi tutta la costa libica.

Le forze dell’Isis hanno già conquistato la fascia costiera che va dalle città di Abugrein a Nawfaliya ed ora punta alla conquista di un’altra importante città Ajdabiya che ha nelle sue vicinanze tantissimi ricchissimi giacimenti di petrolio e di gas naturale.

Loading...