Loading...

Chiamatemi Francesco il film sulla vita in Argentina del Papa

0
203
Giubileo-Vittorio-da-Lugo-a-Roma-con-una-apecar-per-salutare-il-Papa

Chiamatemi-Francesco-il-film-che-racconta-la-vita-di-Papa-Bergoglio

E’ uscito un film che farà molto discutere che parla della vita di un uomo che sta cercando da solo, con mille difficoltà, di cambiare il mondo.

L’uomo che è stato eletto papa che sta cercando con il suo impeto e con la sua forza di cambiare il mondo e di eliminare i corrotti dal Vaticano si chiama Jorge Mario Bergoglio.

Il film che racconta la sua vita è stato intitolato “Chiamatemi Francesco – Il Papa della gente”.

La pellicola che è stata diretta da Daniele Luchetti ripercorre la vita di Jorge Mario Bergoglio da quando era ragazzo ed era fidanzato in Argentina e decise di poi di diventare prete.

Il film racconta la storia di Jorge Mario Bergoglio fino a quando fu nominato a sorpresa Papa.

Il regista della pellicola Daniele Luchetti ha precisato che “Chiamatemi Francesco – Il Papa della gente” non è un film religioso.

Daniele Lucchetti ha anche detto che il film sulla vita di Jorge Mario Bergoglio: “Racconta un personaggio che crede. E nel raccontarlo sono stato dalla sua parte, ammirando e invidiando ogni sua scelta, cercando di mettere assieme gli indizi, scrutando il suo volto durante omelie e interviste precedenti la sua elezione”.

La famiglia Bergoglio si trasferì dall’Italia in Argentina alla ricerca di lavoro.

Il giovane Jorge Bergoglio era fidanzato ad Esther Ballestrino donna con cui Papa Francesco ha conservato un ottimo rapporto di amicizia.

Jorge Bergoglio però decise di seguire la sua vocazione e di entrare nell’ordine dei Gesuiti.

Il giovane Begoglio diventò Arcivescovo di Buenos Aires, capitale dell’Argentina, dove cercò di dare conforto ed una mano ai tanti poveri che vivevano e vivono ancora nella periferia della grande metropoli sud americana.

Il regista Daniele Lucchetti ha raccontato il suo stato d’animo quando ha dovuto girare alcune scene del film nelle favelas di Buenos Aires: “Quando sono stato in queste favelas ho ricevuto qualcosa di enorme. Entri dentro queste favelas e la prima cosa che vedi sono i bambini che giocano in strada che ti sorridono, ti abbracciano e pensi che bello, poi osservi meglio e capisci che non sono a scuola, che spesso sono stati abbandonati, in alcuni casi abusati. Chi si occupa di questo? In prima linea c’è la Chiesa”.

 In un primo momento si era pensato di far interpretare il ruolo di Jorge Bergoglio ad una star di livello mondiale come Antonio Banderas ma poi si è optato per due attori sud americani meno conosciuti come Rodrigo De La Serna e Sergio Hernandez.

Il film “Chiamatemi Francesco” è stato realizzato dalla Taodue ed è proiettato in contemporanea ,da ieri 3 dicembre, in 700 sale italiane.

Il film avrà anche una versione televisiva che sarà tramessa in esclusiva però fra un anno da Canale 5.

Loading...