breaking-news, Gossip & Spettacolo, Italia

Milano, ragazzo messinese si spaccia per Trentalance e ricatta Justine Mattera

Trentalace in seguito ai ricatti di un ragazzo di 25 anni nei confronti della bella showgirl Justine Matera ha chiarito che sia su Facebook che su Twetter sono diversi i suoi profili falsi.

Franco Trentalance ha inoltre confermato le indiscrezioni apparse nella prima giornata di oggi che si costituirà nell’eventuale processo contro il ragazzo di 25 anni di Messina parte offesa nel probabile processo penale.

L’attore ha anche detto che non sa di preciso quali siano state le confidenze che Justin Matera abbia fatto al ragazzo che si fingeva in chat di essere proprio Franco Trentalance.

Franco Trentalance ha voluto commentare l’incredibile storia accaduta a Justine Matera.  L’attore ha chiarito subito che da tempo  è un grande amico di Justine Matera e che spesso la showgirl lo contatta per scambiare opinioni sul lavoro.

Franco Trentalange ha anche detto che: “Non conosco di preciso cosa si siano detti e scritti. Ma Justine, mia amica da tanti anni, mi ha raccontato che in qualche conversazione si era lasciata andare a qualche frase piccante e confessione intima. Justine all’inizio credeva davvero di parlare con me, tanto che aveva chiesto anche qualche ‘consiglio’ relativo al mio lavoro. Una cosa che mi accade spesso visto nella vita reale: tante donne e uomini mi scrivono per avere suggerimenti anche a luci rosse. Nei mesi scorsi ho anche pubblicato un videocorso uscito su un sito internet di sviluppo personale chiamato ‘Seduzione magnetica”.

Un ragazzo avrebbe finto di essere il pornostar Franco Trentalance ed avrebbe ingannato la showgirl Justine Matera contattandola via chat e avendo in seguito con lei dei lunghi colloqui on line. La showgirl Justine Matera ad un certo punto si sarebbe accorta che colui con il quale stava chattando via social non era il pornostar Franco Trentalance ed aveva chiesto al ragazzo di non importunarla più.

Il ragazzo venticinquenne avrebbe costretto Justine Matera a continuare le conversazioni minacciandola di rendere pubbliche tutte le videochat precedenti. Il ragazzo è stato individuato dalle forze dell’ordine e accusato si “sostituzione di persona e violenza privata”. Il giovane di 25 anni, originario di Messina, dovrà sostenere un processo e rischia il carcere.

Dalle informazioni che provengono dalla procura della Repubblica di Milano, il Pubblico Ministero Alessandro Gobbis che segue il caso sembra che sia per chiudere l’indagine rinviando a giudizio il giovane messinese. Il ragazzo di Messina, sempre con lo stesso metodo utilizzato con Justin Matera, avrebbe contattato la scrittrice Irene Cao, facendo finta che fosse il ciclista Filippo Pozzato.

I quattro personaggi famosi, Filippo Pozzato, Irene Cao, Franco Trentalance e Justin Matera nel procedimento sarebbero parte offesa. Il ragazzo che si chiama Antony Repici avrebbe contattato Justin Matera e Irene Cao con dei profili falsi appositamente creati su Facebook e Twetter da luglio a novembre del 2012.

Il ragazzo secondo gli inquirenti aveva scambiato la sua identità con quella di Franco Tretalance  “e così inducendo in errore Mattera Justine con la quale intratteneva delle conversazioni telematiche attribuendosi l’identità del noto ‘pornodivo”. Il ragazzo aveva minacciato la showgirl, ex moglie del noto conduttore Paolo Limiti, di rendere pubbliche le conversazioni per cercare di far continuare la donna a trattenere rapporti in videochat.

Justin Matera, però, una volta accortasi dell’inganno avrebbe interrotto qualsiasi rapporto online con il ragazzo e denunciato il tutto alle forze dell’ordine. Sempre il ragazzo originario di Messina avrebbe a dicembre del 2011 compiuto gli stessi reati creando dei profili falsi del ciclista Pozzato Filippo per chattare con la scrittrice Irene Cao autrice dei libri della trilogia Io ti guardo, Io ti sento, Io ti voglio.