breaking-news, Italia

Terremoto a Taiwan, ultime notizie crollati molti palazzi, 24 sono i morti

Le notizie che arrivano da Taiwan sono ancora poche. Secondo le ultime informazioni il numero delle persone morte in seguito al forte terremoto di ieri sono salite a 24 ed i feriti sono più di 500. E’ altissimo il numero delle persone disperse, che sarebbero 120.

Tra le vittime del devastante terremoto, di magnitudo 6.4, che ha colpito tutto il sud di Taiwan, in particolare la città di Tainan, ci sono una bambina di soli 10 anni ed un neonato. Il terremoto è avvenuto ieri alle 4 di mattina, in Italia erano le 22,00, ad una profondità di pochissimi chilometri dalla crosta terrestre.

La terribile scossa ha avuto una durata di circa 30 secondi ed ha provocato il crollo di alcuni palazzi nella città di Tainan. In particolare è crollato un palazzo di 17 piani. La protezione civile si è messa subito in moto ed ha iniziato a scavare tra le macerie.

Una persona di Tainan ha raccontato alle tv locali che la scossa sembrava non dovesse finire mai: “Non finiva più, si muoveva tutto, non riuscivo nemmeno a camminare”. Le autorità locali di Tainan hanno riferito che manca l’acqua potabile perché il terremoto ha provocato la rottura delle tubazioni dell’acquedotto cittadino.

Nella città di Tainan mancano anche l’energia elettrica e il gas e le linee telefoniche in queste ore dovrebbero essere ripristinate. Le immagini che sono pervenute da Tainan sono terrificanti. I video mostrano il crollo di due palazzi attigui e il salvataggio di diverse persone avvenuto da parte dei soccorritori.

E’ crollato un palazzo al Central News Agency dove abitavano numerose famiglie. I soccorritori, che stanno lavorando incessantemente da ieri notte, hanno estratto dalle macerie, con l’aiuto di escavatori meccanici, 34 persone.

Un altro palazzo sempre nel centro di Tainan è crollato e secondo le fonti locali, nell’edificio abitavano 150 nuclei familiari. Nell’arcipelago di Taiwan i moventi tellurici sono molto frequenti. Gli abitanti di Taiwan ricordano ancora la terribile scossa del 21 settembre del 1999 che provocò la morte di più di 2.400 persone.

Non sono giunte notizie di nuove scosse di terremoto ma è molto probabile che nelle prossime ore ci siano sempre nella stessa zona nuovi movimenti tellurici. Gli esperti non escludono che possa verificarsi una nuova scossa anche di magnitudo uguale a quella avvenuta nelle prime ore di ieri. Il governo di Taiwan sta valutando l’ipotesi di inviare l’esercito nelle zone colpite dal sisma. Sono parecchie le persone che hanno abbandonato il proprio appartamento e stanno vivendo in accampamenti appositamente allestiti.