breaking-news, Italia, Salute & Benessere

San Valentino, ecco gli alimenti che accendono la passione

San-Valentino-nel-menù-ecco-i-cibi-afrodisiaci-consigliati

Una ricerca fatta da 120 esperti ha stabilito che una cena a base di alcuni alimenti tipici della cucina mediterranea in particolare di verdura e alcuni tipi di pesce è in grado di accendere l’eros più di qualsiasi altra cosa.

Secondo gli esperti una cena è più efficace nell’accendere l’eros in una coppia di un classico regalo anche se sempre gradito, o di una lettera molto romantica o del classico mazzo di fiori.

Ci sono cibi che hanno proprietà afrodisiache più di altri. Una recente ricerca ha stabilito quali sono. Il risultato dello studio è stato molto sorprendente perchè  al primo posto tra i cibi più afrodisiaci in assoluto vi è un particolare tipo di verdura, i carciofi.

I carciofi, secondo lo studio, sono più afrodisiaci di altri alimenti come fragole e ostriche che erano da sempre ritenuti i cibi afrodisiaci per eccellenza.




Da un recente studio è emerso che il 60% delle coppie festeggia San Valentino a tavola o in un ristorante o in casa. Sono molti gli studi che vengono svolti sui cibi che hanno proprietà afrodisiache l’ultimo dei quali, che sta facendo molto discutere, è stato svolto da 120 esperti.

Gli esperti che sono dei grandi chef, dei noti nutrizionisti e degli affermati sessuologhi hanno dichiarato che i cibi afrodisiaci non sono le fragole e lo champagne, come si è sempre pensato, ma altri alimenti “insospettabili”. Secondo i 120 esperti i cibi più afrodisiaci sono alcuni tipi di verdure in particolare i capperi, i carciofi ed anche i cetrioli.

Il team di esperti ha anche riferito che oltre agli ortaggi sono molto afrodisiaci anche alcuni tipi di pesce e di frutta. In particolare il regime alimentare ritenuto afrodisiaco per eccellenza è la dieta mediterranea. Quindi per gli esperti non bisogna scegliere per il giorno di San Valentino cibi molto sofisticati o cucine di altre nazioni ma basta nutrirsi di alimenti caratteristici della nostra sempre valida cucina italiana.

Il dottor Luca Piretta, medico-chirurgo e specialista in Scienza della Nutrizione Umana, ha spiegato quali sono le particolarità dei cibi afrodisiaci: “Gli alimenti afrodisiaci svolgono il loro ruolo mediante il rilascio di ossido nitrico, che agisce consentendo la vasodilatazione che favorisce l’erezione maschile e gli analoghi meccanismi nelle donne. La presenza dell’arginina, aminoacido che favorisce la liberazione dell’ossido nitrico, è un’altra condizione che può conferire ad un alimento l’effetto afrodisiaco”.

I cibi afrodisiaci per eccellenza secondo i 120 esperti sono i carciofi, seguiti dai capperi e dai cetrioli. Sono considerati anche alimenti che aumentano l’eros in una coppia le olive, gli asparagi ed i peperoni. Il team di esperti ha anche detto che così come ci sono cibi afrodisiaci ci sono anche alimenti che è meglio evitare il giorno di San Valentino.

I cibi da evitare il giorno di San Valentino sono i formaggi, gli alimenti fritti e le bevande alcoliche. Gli esperti hanno indicato nella black list dei cibi per la festa degli innamorati anche le bevande alcoliche che in un primo momento determino una certa euforia ma poi terminato l’effetto portano giramenti di testa e soprattutto sonnolenza.

Il professor Luca Piretta ha spiegato i motivi per i quali è sconsigliabile eccedere la sera di San Valentino con l’alcol: “Per evitare indesiderati effetti inibitori è importante evitare gli eccessi nell’assunzione di vino e sostanze alcoliche che, nonostante l’iniziale azione disinibitoria, con il passare del tempo fanno prevalere l’effetto inibitorio e induttivo della sonnolenza e in alcuni casi della cefalea“.

Gli esperti ritengono che la serata di San Valentino sia ideale per una coppia passarla in casa cucinando insieme magari piatti tipici della cucina mediterranea con pietanze con carciofi e capperi.