breaking-news, Italia, Sport & Tecnologia

Casper, scoperto da scienziati negli abissi delle Hawaii il polpo fantasma

Casper-scoperto-il-polpo-fantasma vive negli abissi dell'Oceano Pacifico

Una scoperta eccezionale avvenuta quasi per caso da un gruppo di ricercatori è stata fatta ad oltre 4 mila metri di profondità dell’Oceano Pacifico. Una sonda inviata per controllare i fondali dell’Oceano Pacifico ha effettuato alcune riprese. Gli scienziati rivedendo i video delle telecamere marine hanno individuato una specie di polpo che sembrava essere trasparente.

Il polpo, per il suo particolare aspetto, è stato denominato Casper. Casper si muove sui fondali dell’Oceano molto lentamente ed è piccolissime dimensioni. I ricercatori, nei prossimi giorni, invieranno nuove telecamere nel tentativo di riprendere nuovamente il polpo fantasma.

Una specie di polpo mai vista prima è stata scoperta da una telecamera che stava scandagliando i profondi fondali dell’oceano Pacifico. A più di 4 mila metri di profondità esiste una specie di polpo che ha un colore grigio-biancastro gelatinoso che assomiglia tanto ad un piccolo fantasma.

I ricercatori sono quasi sicuri che il video che ritrae il piccolo animale dia la certezza che ci troviamo al cospetto di una nuova specie animale che prima era sconosciuta. Bisogna comprendere se il polpo fantasma è una specie rara o esistono, nei profondi ed inesplorati fondali dell’Oceano Pacifico ed anche di altri mari, altri Caper dal corpo gelatinoso che si muovono molto lentamente sui fondali alla ricerca di cibo per nutrirsi.

Per gli amanti della natura, la scoperta di nuove specie di animali è sempre una bellissima notizia. In un mondo che, per i cambiamenti climatici e per la crudeltà di alcuni popoli, sta mettendo a rischio tante specie di animali, scoprirne una nuova ha una vitale importanza. Nei mari che circondano l’arcipelago delle Hawaii, uno dei più bei posti della Terra, è stato filmato “Casper” una nuova specie di polpo, minuscolo con il corpo gelatinoso.

Il polpo, che somiglia tantissimo ad un fantasma di piccolissime dimensioni, è stato filmato per la prima volta sul fondo del mare ad una profondità di oltre 4 chilometri dal livello del mare. Al polpo, vista la sua peculiarità della quasi trasparenza, è stato dato il nome di Casper. La bellissima creatura non è stata filmata dall’uomo ma da una telecamera telecomandata della National Oceanic and Atmospheric Administration”.

Il ricercatore italo americano Michael Vecchione ha così commentato l’eccezionale scoperta: “E’ alta la probabilità che si tratti di una nuova specie, anche perché a quella profondità non erano mai stati avvistati dei polpi. Creatura gelatinosa, quasi trasparente, dai movimenti lenti, probabilmente dovuti alla profondità è caratterizzata anche da tentacoli diversi dagli altri polpi conosciuti: sono disposti su una fila sola”.

I ricercatori hanno anche spiegato il motivo per il quale il piccolo polpo si muove lentamente. Gli studiosi hanno riferito che, a quella profondità, è molto difficile trovare cibo; per questo tutti gli animali cercano di consumare meno energie possibili.

In questi giorni altre videocamere perlustreranno la zona dove è stato filmato Casper. Se le videocamere dovessero riuscire a riprendere più volte il polpo gelatinoso si avrebbe la prova inconfutabile dell’esistenza del minuscolo polpo gelatinoso che ha il suo habitat alle Hawaii.

L’Oceano Pacifico così potrebbe aver consentito per secoli a Casper di nascondersi nei suoi fondali. La nuova specie di polipo è stata chiamata Casper per la sua fisionomia e per il suo particolarissimo colore quasi trasparente. Casper è stato filmato la prima volta nelle vicinanze dell’isola di Necker Island.

 Michael Vecchione ha anche dichiarato che Casper: “non sembrava molto muscolare sembrava avere l’aspetto di un fantasma, portando così ad un commento sui social media che lo avrebbe chiamato Casper, come l’amichevole fantasma dei cartoni animati. Si tratta quasi certamente di una specie non trattata e non può appartenere a qualsiasi genere descritto”.