breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Pillola del giorno dopo le maggiorenni non devono più presentare la ricetta in farmacia

Pillola-del-giorno-dopo-non-serve-più-la-ricetta- per-le-donne-maggiorenni

Una nuova normativa ha stabilito che la pillola del giorno dopo può essere comprata, solo però per le donne che hanno già compiuto 18 anni, senza dover esibire la ricetta medica. La normativa è entrata in vigore solo da qualche giorno e già sta facendo molto discutere.

Le farmacie però hanno la facoltà, nel caso lo ritengono opportuno di richiedere la carta d’identità per accertarsi realmente che la donna che sta acquistando la pillola del giorno dopo abbia compiuto la maggiore età.

Una novità tanto attesa dalle donne arriva per la pillola del giorno dopo che dallo scorso 4 marzo sarà acquistabile in tutte le farmacie senza la presentazione della ricetta medica. L’unica limitazione a questa nuova prescrizione è che le donne che potranno acquistare il contraccettivo d’emergenza dovranno avere la maggiore età.

Per le donne che non hanno compiuto i 18 anni resta l’obbligo di andare dal medico di famiglia o dalla guardia medica e farsi prescrivere, per l’acquisto della pillola del giorno dopo, la ricetta medica.

I contraccettivi d’emergenza possono essere acquistati, dallo scorso 4 marzo, senza dover prima necessariamente richiedere la ricetta.  La decisione è stata presa dall’Agenzia Italiana del Farmaco e dal ministero della salute.

La pillola del giorno dopo o la pillola di 5 giorni dopo potrà essere acquistata direttamente dalle farmacie su tutto il territorio italiano senza alcuna ricetta da tutte le donne che hanno compiuto il diciottesimo anno di età. Resta, però, l’obbligatorietà di richiedere la ricetta per le ragazze minorenni. La decisione dell’Agenzia italiana del Farmaco e del Ministero della Salute è stata presa con grande soddisfazione dalla Società Italiana della Contraccezione.

Il professor Annibale Volpe, presidente della Società italiana della Contraccezione, ha così commentato l’importante novità “Farmaci sicuri, le donne avranno più scelta. Ma attenzione all’abuso. L’abolizione di tale obbligo è un traguardo importante che la Sic persegue da tempo. Le donne avranno così non solo più scelta, ma anche meno confusione in testa”.

Il Professor Volpe ha anche specificato che la pillola del giorno è stata testata più volte ed è indubbia la sua efficacia: “Del resto l’efficacia delle pillole d’emergenza è comprovata. I contraccettivi ormonali non hanno effetti collaterali: semplicemente ritardano l’ovulazione impedendo il concepimento. Non si tratta dunque di abortivi, come ormai da tempo è risaputo. Per questo motivo, qualora la gravidanza sia già in atto, la salute del feto non viene compromessa. Naturalmente è importante ricordarsi che queste formulazioni devono essere utilizzate solo in caso d’emergenza e non sostituiscono i metodi contraccettivi”.

Il presidente della Società Italiana della Contraccezione ha anche affermato che la pillola del giorno dopo non ha controindicazioni anzi, alcuni recenti studi, hanno comprovato che può prevenire molte forme di cancro: “Sul mercato ne esistono di molti tipi, anche naturali e la pillola resta il sistema più sicuro per prevenire gravidanze indesiderate senza nuocere alla salute. Anzi, è stato dimostrato che previene molti tumori femminili”.

Il Professor Volpe ha anche voluto precisare che: “Ricordatevi poi che i contraccettivi di emergenza ritardano l’ovulazione: se li assumete, dunque, fino al successivo ciclo mestruale dovete avere rapporti protetti. Anche se si inizia a prendere la pillola contraccettiva immediatamente dopo la pillola d’emergenza l’ovaio continuerà a funzionare per 15 giorni: prudenza!”.

E’ previsto che il personale delle farmacie, nel caso non sia sicuro che la donna abbia compiuto la maggiore età, possa richiedere l’esibizione della carta d’identità.

Marco Bacchini, massimo dirigente dell’Associazione delle farmacie di Verona, ha così commentato la notizia della possibilità per le donne maggiorenni di comprare senza la ricetta medica la pillola del giorno dopo: “Le disposizioni in merito alla prescrizione e quindi alla dispensazione della ‘pillola del giorno dopo’ sono state modificate in senso meno restrittivo prima, infatti, il farmaco in oggetto poteva essere consegnato alle pazienti in presenza di ricetta medica non ripetibile. Ricordo, comunque, che la contraccezione ‘ordinaria’ viene valutata e pianificata anche con la consulenza del proprio medico. L’assunzione di questi farmaci deve essere considerata solo nell’emergenza e non come prassi abituale”.

I medici, inoltre, hanno chiarito che il consumo della pillola del giorno dopo deve essere fatto solo in casi di comprovata emergenza e non deve diventare una abitudine.