breaking-news, Italia, Sport & Tecnologia

Ideata finestra intelligente al grafene che produce energia pulita

Scoperte le finestre intelligenti al grafene che producono energia pulita

Una delle invenzioni più originali degli ultimi tempi è la finestra intelligente al grafene che permette ad un appartamento di essere autonomo energeticamente. La finestra al grafene è stata inventata da un gruppo di ricercatori genovesi che sono stati coadiuvati da studiosi romani.

La finestra intelligente è a panelli solari ed il grafene ha sostituito un materiale molto più costoso come il platino. Secondo i ricercatori la finestra a panelli solari può essere migliorata e riuscire a produrre ancora più energia.

Il grafene è il materiale che sarà utilizzato molto nel futuro. Del grafene si parlerà durante il Technology Hub, un’importante manifestazione che si svolgerà dal prossimo 7 giugno e terminerà il 9 giugno.

Il grafene è stato utilizzato per la finestra a pannelli fotovoltaici che è in grado di produrre energia pulita rendendo energeticamente autosufficiente un appartamento. Aldo Di Carlo uno dei ricercatori che ha ideato la finestra intelligente ha spiegato il perchè è stato utilizzato il grafene: “La sostituzione del platino è anche necessaria per la stabilità del pannello a lungo andare il platino può corrodersi e indurre una decomposizione dell’elettrolita, problemi che vengono risolti con l’utilizzo del grafene”.

Solo qualche giorno fa, milioni di italiani sono stati chiamati a votare sul referendum per esprimere la propria opinione sulle trivelle in mare. I combustibili fossili dovrebbero al più presto non essere più utilizzati per produrre energia elettrica o come carburante.

I danni che hanno provocato i combustibili fossili, quali petrolio e gas, sono sotto gli occhi di tutti. L’innalzamento delle temperature della Terra è evidente. In particolare gli effetti dell’inquinamento sono stati molto sentiti nello scorso inverno con temperature elevatissime e pochissima precipitazioni con notevoli danni per l’agricoltura.

L’Italia è al primo posto nel mondo per l’uso di energia pulita proveniente da fonti rinnovabili. La produzione di energia pulita però copre solo l’8% del fabbisogno nazionale. Sono molteplici le ricerche che in quest’ultimi anni sono state svolte per scoprire materiali che permettono di produrre energia elettrica.

Alcuni ricercatori italiani sono stati in grado di creare dei pannelli fotovoltaici che possono sostituire le comuni finestre producendo energia elettrica a costo e impatto zero.

I pannelli fotovoltaici che sostituiscono le finestre tradizionali sono state create con un materiale innovativo come il grafene. L’ideatori delle finestre che producono energia pulita sono alcuni ricercatori dell’Istituto Italiano di tecnologia di Genova.

I pannelli fotovoltaici creati dai ricercatori genovesi hanno la duplice funzione di poter essere delle finestre e di poter produrre energia solare che può soddisfare le esigenze energetiche di un’intera famiglia. Le finestre sono semitrasparenti e permettono alla luce del sole di illuminare l’appartamento.

Uno dei maggiori handicap degli impianti fotovoltaici è il fattore estetico, con le finestre al grafene il problema è quasi completamente superato perché sono molto simili a quelle tradizionali.

I ricercatori genovesi hanno avuto l’idea di sostituire il platino, utilizzato tradizionalmente per i pannelli fotovoltaici, con il grafene avendo un risultato estetico notevolmente migliore. Inoltre il grafene rispetto al platino ha un costo inferiore e riesce ad accumulare maggiore energia rispetto al materiale più pregiato usato in precedenza.

Il grafene, con la sua maggiore efficacia di immagazzinare energia, permette, dove è stata installata la finestra a pannelli solari, all’appartamento di essere autosufficiente.

La ricerca genovese è stata portata a termine con la collaborazione di alcuni studiosi dell’università di Roma di Tor Vergata. La finestra ecocompatibile potrà presto essere commercializzata e i ricercatori genovesi sperano che possa avere successo.

Francesco Bonaccorso e Aldo Di Carlo sono stati i ricercatori a capo dei due team che hanno studiato e creato la finestra ecocompatibile. Francesco Bonaccorso ha seguito le ricerche del team di studiosi genovesi, Aldo Di Carlo, invece, è stato a capo dei ricercatori romani di Tor Vergata.

La finestra “intelligente” è stata studiata e creata in Italia ed ha permesso, con la sostituzione del platino con il grafene, di abbattere i costi per l’assemblaggio dei pannelli fotovoltaici di ben 10 volte. Secondo i ricercatori a breve le performance della finestra “intelligente” potrà essere ulteriormente migliorata.

Il ricercatore genovese Francesco Bonaccorso ha così commentato l’importante scoperta: “Stiamo sviluppando un modulo fotovoltaico costruito ad hoc per il grafene che sarà semitrasparente e più economico dei pannelli fotovoltaici attualmente in commercio. La forza del nostro lavoro è la facilità di scalabilità a livello industriale e la semplicità con cui il grafene in forma di inchiostro può inserirsi in contesti industriali già esistenti, senza significativi investimenti in macchine o infrastrutture”.