breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Allarme per pesce palla killer avvistato vicino coste italiane, è tossico

Catturato-pesce-palla-killer-vicino-alle-spiagge-italiane-allarme-è-nocivo

Grande paura per l’arrivo anche nei pressi delle spiagge italiane del Pesce Palla maculato che è tossico per l’uomo. Il pesce ha come habitat naturale i mari tropicali. In questi ultimi anni intere colonie del pesce maculato sono arrivate in Italia e si stanno procreando.

Il pesce palla killer è stato avvistato l’ultima volta nelle vicinanze delle coste calabresi e potrebbe quest’estate essere avvistato in tutto il mar Mediterraneo.  Il pesce palla è tossico anche dopo cottura.

Un pesce molto pericoloso oramai sta colonizzando i nostri mari si tratta del pesce palla maculato che è considerato tossico per gli uomini anche se cotto.

L’ultimo esemplare di pesce palla maculato è stato catturato da alcuni pescatori calabresi che hanno subito avvisato l’Ispra dell’avvenuta cattura. Il pesce palla maculato è presente nei nostri mari soltanto da 13 anni ma in questi ultimi anni si sta espandendo con intere colonie che sono state avvistate sia nel mar Tirreno che nell’Adriatico.

Si avvicina l’estate e già molte spiagge italiane, soprattutto al sud Italia, sono affollatissime. L’anno scorso ci fu in tutta Italia la psicosi dello squalo. Diversi furono gli avvistamenti ed in particolare furono girati video, poi postati su Facebook che divennero subito virali, di squali martello nei pressi della riva di spiagge in Sardegna, nel litorale romano e nel Salento.

In questi ultimi giorni un nuovo pericolo sembra che ci sia per i bagnanti delle nostre spiagge, il pesce palla. Fino ad ora il pesce Palla era conosciuto da tutti per la sua curiosa e particolarissima forma ma una particolare specie del grazioso animale se mangiato può provocare seri danni alla salute.

La specie molto pericolosa è Lagocephalus sceleratus. La notizia della pericolosità di una specie di pesce palla è stata riportata da alcune importanti testate giornalistiche che hanno chiarito meglio il motivo per il quale bisogna prestare molta attenzione a questo tipo di pesce.

La Lagocephalus sceleratus è un pesce palla che si distingue per essere maculato come una tigre e che è possibile che sia pescato nei nostri mari da 13 anni.  Il pesce palla della specie Lagocephalus sceleratus è un pesce che ha come habitat naturale i mari caldi come il Mar Rosso.

Sembra che una colonia di pesce palla maculati sia entrato nel Mediterraneo dal Canale di Suez e, grazie al riscaldamento delle temperature del nostro mare, pare che in questi anni abbia trovato l’habitat naturale per procrearsi.

L’Ispra, Istituto per la Protezione e la Ricerca Ambientale ha reso noto che un esemplare di pesce palla maculato è stato catturato nel mar Tirreno nelle vicinanze della riva del comune di Briatico in Calabria.

La cattura del pesce palla è stata prontamente comunicata ai ricercatori dell’Ispra. Il pesce palla maculato proveniente dal mar Rosso è stato la causa di intossicazioni per alcune persone in paesi che si affacciano al Mediterraneo quali Grecia, Cipro, Turchia, Libano, Israele ed Egitto.

Il pesce palla ha una particolarità, diventa tossico dopo la cottura. L’Ispra ha chiesto l’aiuto dei pescatori di tutta Italia avvisando che, nel caso catturino il pesce palla maculato, di separarlo dagli altri pesci, di congelarlo e di spedire tramite mail avviso della cattura del pesce al seguente indirizzo: pescepalla@isprambiente.it.

L’Ispra ha rilasciato il seguente comunicato sulla pericolosità del pesce palla maculato: “Lo scorso 15 aprile, l’ISPRA ha ricevuto la segnalazione dell’avvistamento di un esemplare di pesce palla maculato, il “Lagocephalus sceleratus”. Questa specie, altamente tossica al consumo, é stata catturata nelle acque vibonesi, nel Comune di Briatico, in Calabria. La cattura è stata prontamente comunicata ai ricercatori grazie alle indicazioni della campagna di informazione che ISPRA sta conducendo sui pesci palla; determinante, in questo caso, la collaborazione della testata locale Il Vibonese. Il pesce palla maculato, entrato in Mediterraneo dal Canale di Suez nel 2003, é stato responsabile di severe intossicazioni alimentari (compresi alcuni rari casi fatali) in Paesi come Grecia, Cipro, Turchia, Libano, Israele, Egitto. La tossina mantiene il suo effetto anche dopo la cottura. L’ISPRA invita, pertanto, tutti i pescatori a separare la specie dalle altre catture, congelarla e ad inviare la propria segnalazione a pescepalla@isprambiente.it”.

Sembra che il pesce palla maculato stia pian piano sempre più avvicinandosi alle nostre rive. Il primo avvistamento è avvenuto nel lontano 2013 nelle vicinanze dell’isola di Lampedusa, poi altri pesce palla della specie Lagocephalus sceleratus sono stati catturati nelle vicinanze della Sardegna e del mar Adriatico.

Il pesce palla maculato, dalle ultime notizie pervenute, sembra che sia arrivato fino alla Spagna. Il pesce palla proveniente dal Mar Rosso può essere facilmente identificato per le macchie scure sul dorso.