breaking-news, Italia

E’ pugliese ed ha avuto la licenza a Bari il futuro erede in Formula 1 di Michael Schumacher

E’ pugliese ed ha avuto la licenza a Bari il futuro erede in Formula 1 di Michael Schumacher

Un grande successo quello di Antonio Giovinazzi, un giovanissimo pilota di Martina Franca che si sta imponendo all’attenzione del mondo dell’automobilismo grazie al suo grandissimo talento.

Antonio Giovinazzi è nato il 14 dicembre del 1993 ed ha subito iniziato a gareggiare fino a diventare un pilota di formula 2, l’anticamera della mitica Formula 1. Giovinazzi, a soli 23 anni, è riuscito nell’impresa di  vincere a Baku tutte e due le gare dimostrando di essere la vera promessa dell’automobilismo mondiale.

L’ultima vittoria è stata straordinaria, Antonio Giovinazzi con il suo monoposto ha vinto superando all’ultimo giro un avversario.

La favolosa doppietta in un circuito di GP2 è riuscita solo a pochi eletti quali: Nico Rosberg, Lewis Hamilton, Nelson Piquet Jr, Giorgio Pantano, Nico Hulkenberg e Davide Valsecchi.

Antonio Giovinazzi è terzo nella classifica generale, ad otto punti da Markelov.

La sua licenza internazionale Antonio Giovinazzi l’ha ricevuta dall’Acli di Bari e da quel momento la sua carriera non ha avuto soste.

 Antonio Giovinazzi ha così commentato la sua favolosa doppietta:  “Incredibile, un weekend indimenticabile. Non credo ancora a quello che sono riuscito a fare. Dopo le fasi iniziali delle due gare ho pensato che potevo perdere la corsa. Non avrei mai immaginato di intascare già due vittorie alla terza prova di un campionato nuovo. Ho sfruttato l’esperienza maturata sui circuiti cittadini della Formula 3 negli anni passati. Voglio ringraziare il team Prema che mi ha messo nelle mani una monoposto perfetta. Sul circuito cittadino ho sfruttato sui rettilinei tutte le potenzialità della macchina. A cinque giri dal termine ero secondo dietro Gasly quindi non volevo mandare a monte una doppietta per il team. Lui poi ha commesso un errore alla curva 1 e ne ho approfittato uscendo meglio”.