Bari & Dintorni

34enne dice di voler condividere il dolore con tutti e si fa un selfie col cadavere dello zio

Un uomo di 34 anni Udhai Ri dello Sri Lanka ha deciso di farsi un selfie con accanto il cadavere dello zio appena morto.

Il selfie è stato pubblicato sui social e ha subito provocato la reazione indignata di parecchi utenti. Il giovane ha scattato il selfie durante la veglia funebre.

Il giovane ha scattato la foto e come è stato scritto dal quotidiano del Regno Unito Metro ha pubblicato la stessa sia su Facebook che su Twitter con il seguente commento: “ Il fratello di mio padre è scomparso”.

I famigliari del giovane hanno cercato di difenderlo dal linciaggio mediatico a cui è stato sottoposto e hanno riferito che  Udhai era molto turbato e addolorato per la morte dello zio.

Con la condivisione della foto l’uomo voleva anche condividere il dolore per la perdita dell’amato zio. Ma in molti hanno pensato che un dolore simile si condivide in una maniera diversa.

Una ragazza di soli 17 anni, Amy Revell ha deciso di farsi un piercing alla lingua. La ragazza voleva un piercing come tante ragazze alla sua età ma non aveva mai ipotizzato cosa le sarebbe capitato dopo.

La semplice applicazione per la ragazza è diventata un incubo. Si è formato un grosso grumo di sangue sulla lingua che le impediva di respirare.

La madre e il padre hanno intuito le difficoltà respiratorie della figlia, che nel frattempo non riusciva nemmeno più a parlare e l’hanno trasportata d’urgenza al più vicino ospedale.

La ragazza è stata salvata grazie al pronto intervento di alcuni medici che l’hanno sottoposta immediatamente a un intervento chirurgico.

 L 17 enne ha raccontato che “Avere gonfiori e lividi è una conseguenza assolutamente normale, ma nel mio caso non riuscivo neanche a respirare. I dottori mi hanno detto che non avevano mai visto una lingua del genere e che temevano che per rimuovere l’ematoma sarebbe stato necessario un intervento chirurgico”.

La giovane non ha cambiato però la sua volontà di avere un  piercing solo che invece di averlo sulla lingua ora lo ha sulle labbra.