Bari & Dintorni

Dipendente della banca riesce a fermare un rapinatore ma viene licenziato perché ha violato la politica della banca in tema di rapine

Il dipendente di una banca di  Seattle, Jim Nicholson, era al lavoro quando, all’improvviso è entrato un uomo con l’intento di rapinare.

In un primo momento Jim ha dato al rapinatore tutti i soldi che erano in cassa come gli era stato richiesto ma poi gli ha chiesto di mostrargli l’arma. Poiché il rapinatore non aveva con se un arma, Jim è riuscito a farlo cadere a terra e a bloccarlo e ha aspettato le forze dell’ordine. Dopo qualche giorno, però, Jim è stato licenziato.

Ed è lui stesso che spiega alla Cnn radio il motivo del licenziamento: «Fondamentalmente,  siamo addestrati per dare il denaro ai rapinatori».

Anne Foster, la portavoce della banca, ha voluto spiegare il perché della decisione di licenziare quel dipendente: «Quello che posso dire è che per noi la più alta priorità è quella di tutelare la sicurezza dei  dipendenti e dei  clienti. Il denaro, dopo tutto, è assicurato e sostituibile con altro denaro; le persone invece se muoiono non sono sostituibili».

Nicholson non ha contestato in alcun modo il suo licenziamento ma, al contrario, lo ha commentato così: «Probabilmente hanno soltanto voluto dare l’esempio».