A undici anni le diagnosticano un tumore al cervello che non da scampo, dopo il primo controllo i medici rimango a bocca aperta e non sanno come spiegare ciò che è avvenuto

0
384

Una ragazzina di 11 anni , Roxli Doss aveva terribili mal di testa e un calo importante della vista. I genitori l’avevano portata in vari ospedali per capire cosa le stesse accadendo e, alla fine dei vari controlli ed esami la diagnosi era stata terribile: forma molto rara di tumore  Dipg, Diffuse Intrinsic Pontine Gliomaa.

Questa vicenda si è svolta in Texas. I genitori si sono precipitati in varie strutture che hanno confermato la stessa diagnosi. La bambina è stata visitata dai medici del Dell Childrens’ Hospital di Austin, poi da quelli del  Dana-Farber Cancer Institute di Boston, da quelli del Johns Hopkins Children’s Center di Baltimora ed anche da quelli della University of Texas MD Anderson Cancer Center di Houston.

E’ stata sottoposta a radioterapia perché il tipo di tumore da cu era affetta era inoperabile ma i medici avevano detto ai genitori della piccola che, in ogni caso, la sopravvivenza non sarebbe potuta essere superiore ai nove mesi.

Dopo il primo ciclo di radioterapia la bambina è stata sottoposta ad un primo controllo e li i medici sono rimasti a bocca aperta: non c’era più traccia del tumore.

 Nessun medico ha saputo dare una spiegazione scientifica della totale regressione ma la mamma della piccola è convinta che si tratti di un miracolo.

Loading...