Bari & Dintorni

Fa il tatuaggio e poi va a mare a fare un bagno, un’infezione lo uccide

Un ragazzo di 31 anni, in Messico si era fatto un tatuaggio e poi, subito dopo, era andato a fare un bagno a mare.

La ferita provocata dal tatuaggio si è infettata e lui ha cominciato da subito a stare poco bene e ad avvertire diversi sintomi quali febbre, brividi e un rossore persistente attorno al tatuaggio.

Il ragazzo aveva contratto una stepsi dovuta alla ferita fresca.

L’infezione ben presto si è sviluppata anche all’intero del suo organismo fino a che tutti i suoi organi sono collassati.

Il ragazzo che aveva anche la cirrosi dovuta al numero esagerato di bevande alcoliche che consumava ogni giorno, è stato ricoverato e, nonostante la terapia, è deceduto.

E’ noto che se si fa un tatuaggio bisogno aspettare almeno due giorni prima di farsi un bagno in mare perché si tratta, comunque, di una ferita che ha bisogno di rimarginarsi.

In questo caso come in altri che ne sono accaduti, per fortuna pochi, i soggetti che si sono esposti a batteri hanno perso la vita.