Bari & Dintorni

Il cadavere è troppo grasso per il forno crematorio e provoca un incendio, gli operai costretti a evacuare l’edificio

E’ successo tutto in un attimo. Alcuni operai di un forno crematorio di Henrico in Virginia hanno dovuto abbandonare in tutta fretta l’edificio dove stavano lavorando perché stava prendendo fuoco.

Gli operai stavano lavorando in un forno crematorio e dovevano cremare un cadavere. Solo che quel cadavere era un po’ particolare era troppo grosso e pesava oltre 200 chili.

Una volta che gli operai hanno iniziato a svolgere tutte le operazioni necessarie per la cremazione, il forno crematorio è andato all’improvviso in tilt.

Secondo quanto verificato in un primo momento dai vigili del fuoco che sono arrivati sul posto il cadavere era troppo grasso e il forno crematorio non poteva sostenere quell’eccessivo carico.

La notizia si è diffusa prima in tutti gli Stati Uniti d’America poi anche in tutto il resto del mondo. Ma poi dopo una più attenta analisi dell’accaduto i tecnici dei vigili del fuoco hanno appurato che il fuoco è stato provocato dalla disattenzione di un operaio appena assunto che per ridurre al massimo i tempi di cremazione ha azionato al massimo il forno crematorio.