Pietro Anastasi alla moglie l’ultima frase che ripeteva sempre “Mi devi promettere che mi fai morire”

0
416

Una frase terribile quella pronunciata da Pietro Anastasi alla moglie Anna Bianchi. L’ex giocatore della Juventus aveva scoperto di essere malato di Sla e aveva chiesto alla moglie che doveva promettergli che doveva farlo morire”.

Pietro Anastasi è morto a 71 anni per la Sla. A raccontare quanto fosse accaduto proprio la moglie di Pietro Anastasi, Anna Bianchi. I due stavano insieme da 53 anni.

Il forte ex attaccante dell’inter e della Nazionale aveva deciso di ricorrere alla sedazione profonda.

La moglie racconta che il marito: “Voleva andare in Svizzera come Dj Fabo, porre fine alle sue sofferenze con il suicidio assistito. Me lo chiedeva quando era già malato, ma non sapeva ancora di avere la Sla”.

La moglie racconta di essersi accorti della terribile malattia perché Pietro Anastasi non impugnava bene la forchetta.

La diagnosi di dottori fu atroce, tumore all’intestino e la Sla. La moglie racconta che il tumore è stato sconfitto con la chemioterapia mentre per la Sla non c’era nessun tipo di cura.

La donna racconta quando al marito disse che aveva la Sla: “Muoversi diventava sempre più difficile, qualsiasi minimo gesto quotidiano si trasformava in un’impresa insormontabile. Finché un giorno, tre mesi fa, l’ho guardato negli occhi e gli ho detto: “Sai cos’hai?. E lui ha risposto: “Sì, ho la Sla”. Ed è rimasto a lungo in silenzio”.

Poi Anna Bianchi ha parlato della morte del marito: ″È arrivata una dottoressa, una persona davvero splendida, ha parlato con mio marito e gli ha prospettato la sedazione con una puntura. Si sarebbe addormentato e non si sarebbe più svegliato. È andata proprio così ed è avvenuto tutto molto rapidamente”.