Bari & Dintorni

Scintille a PiazzaPulita tra Formigli e Roberto Maroni per la citofonata di Matteo Salvini a Bologna alla famiglia tunisina

Scintille nella puntata di ieri sera a PiazzaPulita tra il conduttore Corrado Formigli e l’ex presidente della regione Lombardia Roberto Maroni.

Il conduttore si è scagliato contro i suoi colleghi che hanno documentato con articoli e riprese video la citofonata di Matteo Salvini fatta alla casa di un presunto spacciatore.

Il fatto è avvenuto a Bologna qualche giorno fa nel quartiere il Pilastro. Il leader della Lega fu indirizzato a quell’appartamento da una signora abitante in quel quartiere che ha perso un figlio per overdose.

Corrado Formigli ha così commentato l’episodio: “Quella scena lì era fatta ad uso delle telecamere. Me la prendo, scusatemi se lo faccio, con i miei colleghi. Dico, scusate: dopo quella scena lì, che filmi e racconti, vai da Salvini e gli dici ma lei che sta facendo? Che prove ha che dentro questa casa ci sono degli spacciatori? Ha idea dei danni che sta facendo per prendere quattro voti in questo quartiere? La nostra responsabilità è grave”.

Roberto Maroni è intervenuto ricordando al giornalista che l’appartamento dove era il presunto spacciatore era stato segnalato da una signora.

Formigli ha replicato all’ex presidente della Lombardia che la signora non è un magistrato di Cassazione.