Italia

Mattia Santori leader delle Sardine “I meridionali hanno capito che Salvini non è credibile, la coscienza non si può ripulire con un po’ di soldi su Facebook”

A Napoli, nella serata di ieri , è andato in scena un nuovo scontro tra Matteo Salvini e Mattia Santori. In realtà il teatro Augusteo di Napoli era colmo di gente che attendeva il discorso del leader della Lega, mentre Piazza Dante, dove dovevano riunirsi le Sardine, era semi vuota.

Secondo Mattia Santori i napoletani e in generale tutti i meridionali sono odiati dalla lega: “Salvini? I napoletani e i meridionali in generale hanno capito che il trasformismo non paga”.

Il leader delle Sardine va poi giù duro contro Matteo Salvini: “Non è credibile e non è che riesce a ripulirsi la coscienza con un po’ di soldi su Facebook o con un social media manager bravo. E questo i campani lo capiranno come lo hanno capito in Emilia Romagna. Anzi forse qui lo hanno già capito molto prima che in altre regioni d’ Italia”.

Mattia Santori, come un vero leader politico, ha incontrato gli operai di due aziende campane in crisi, da Whirlpool a Jabil.

Poi il leader delle Sardine ha anche espresso il suo personale parere sulle prossime elezioni regionali che si terranno a Primavera inoltrata in Campania: “Le sardine campane avranno modo e tempo di rimarcare le problematiche emerse in questi 5 anni! Abbiamo molto da ridire sul linguaggio spesso adottato dal presidente della Regione Campania; anche questo è un tema sul quale sempre ci batteremo – prosegue la nota del movimento – Quello che ci preme ribadire è la richiesta di un atto di generosità da parte di De Luca, nel fare un passo di lato e mettersi a disposizione di un processo unitario“.