Italia

Coronavirus, Matteo Salvini alza i toni “Se il Premier Conte non è in grado di fare tutto il necessario per difendere i nostri figli, lasci!”

Il numero dei contagiati aumenta di ora in ora. Sono stati accertati casi in quasi tutto il nord d’Italia, dalla Lombardia al Veneto, dal Piemonte all’Emilia-Romagna e secondo gli esperti l’emergenza, nel nostro paese, potrebbe durare mesi.

L’Italia ha il più alto numero di contagiati in tutto l’occidente, sia in Europa che negli Stati Uniti ci sono meno persone infette rispetto all’Italia.

La situazione preoccupa non poco gli italiani. Sul Coronavirus è tornato a parlare Matteo Salvini che ha più volte chiesto al governo di “blindare” il paese. Massimo controllo a aeroporti, porti e ai confini.

Salvini poi alza i toni in una diretta Facebook: «Se Conte non è in grado di fare tutto il necessario per difendere la salute dei nostri figli ne risponderà davanti agli italiani. Ora basta, non è più tempo di litigi e di bugie, se non è in grado si faccia da parte e lasci lavorare chi sa. Intanto ringrazio i medici e gli amministratori che si stanno battendo come leoni per fermare questa emergenza».

La reazione di alcuni esponenti del Pd non si è fatta attendere, Paola De Micheli, titolare del dicastero dei trasporti ha così replicato a Matteo Salvini: “Salvini si sta veramente comportando da sciacallo”.

Anche Ettore Rosato di Italia Viva è intervenuto sul tema Coronavirus: «C’è un’emergenza di cui la politica non può che prendere atto: anzi noi siamo perché in queste ore ci sia il sostegno di tutte le forze politiche. Su questo ci appelliamo anche all’opposizione» affinché si sostenga «l’azione che il governo sta facendo per fronteggiare l’emergenza del coronavirus. I nostri cittadini sono preoccupati, dobbiamo dare risposte ed insieme trasferire il senso di uno Stato che sta facendo tutto il necessario» .