Italia

Coronavirus, Walter Ricciardi dell’Organizzazione Mondiale della Sanità bacchetta Conte e il suo governo: “Gravissimo errore non mettere in quarantena le persone arrivate dalla Cina in Italia”

Walter Ricciardi ha 60 anni ed è uno dei più importanti esponenti dell’Organizzazione mondiale della salute oltre a essere ordinario di Igiene della Cattolica.

Il Professore ha risposto ad alcune domande sul Coronavirus. Secondo il membro dell’Oms l’Italia ha sbagliato più di una mossa e ora deve cercare di fronteggiare un virus che c’è il rischio che diventi una pandemia.

Il professore così ha spiegato il perché in Italia c’è stata una grande diffusione del virus: “E’ un caso da manuale, in cui una o più persone vengono contagiate da chi arriva da un luogo di epidemia, e poi ci sono dei contagiati secondari con lo stesso tempo di incubazione. Paghiamo il fatto di non aver messo in quarantena da subito gli sbarcati dalla Cina. Abbiamo chiuso i voli, una decisione che non ha base scientifica, e questo non ci ha permesso di tracciare gli arrivi, perché a quel punto si è potuto fare scalo e arrivare da altre località. Inoltre, quando vengono contagiati i medici significa che non si sono messe in campo le pratiche adatte, oltre al fatto che il virus è molto contagioso. Francia, Germania e Regno Unito seguendo l’Oms non hanno bloccato i voli diretti e hanno messo in quarantena i soggetti a rischio, inoltre hanno una catena di comando diretta, mentre da noi le realtà locali vanno in ordine sparso».

L’Italia ha raggiunto un numero elevatissimo di contagi è il terzo paese al mondo come persone infette e il numero sembra destinato a aumentare ancora:  «Rischiamo numeri importanti. Il trend è chiaro, ma in Cina c’è stato un mese di sottovalutazione mentre da noi, pur con qualche svista, stiamo reagendo».