Italia

Coronavirus, il governatore del Veneto, Zaia “Grazie all’igiene gli italiani si stanno salvando, ai cinesi gli abbiamo visti tutti mangiarsi i topi vivi”

In un’intervista a Antenna 3, il governatore del Veneto Zaia ha parlato del Coronavirus e della situazione in Veneto.

Zaia ha detto che al momento si contano 116 contagiati dei quali solo 29 sono ricoverati in vari ospedali. Zaia ha voluto sottolineare la differenza in termini di igiene tra gli italiani e i cinesi:  «La mentalità che ha il nostro popolo a livello di igiene è quella di farsi la doccia, di lavarsi spesso le mani. L’alimentazione, il frigorifero, le scadenze degli alimenti sono un fatto culturale. La Cina ha pagato un grande conto di questa epidemia che ha avuto perché li abbiamo visti tutti mangiare i topi vivi».

Il governatore ha anche parlato della situazione economica in Veneto: “L’impresa veneta ha un Pil di 150 miliardi di euro, se crolla il Pil del Veneto crolla l’Italia”.

Zaia anche detto che ci sono settori che devono essere aiutati: “Il turismo è in ginocchio. A questo si aggiunge la difficoltà delle nostre 600mila partite Iva. Servono interventi urgenti per le imprese e una campagna mediatica potente a livello internazionale”.