Bari & Dintorni

Coronavirus, la Cina decide che i cani non sono più commestibili, d’ora in poi solo animali domestici

Dopo la pandemia che è ancora in corso la Cina ha deciso che i cani non devono più essere considerati commestibili ma solo animali da compagnia, quindi domestici.

La decisone è incredibile quanto importantissima per la Cina e il ministero dell’Agricoltura cinese ha assunto questa decisione da cui non torna più indietro.

Pertanto, i cani non sono più inseriti nella lista degli animali commestibili.

La classificazione nuova è stata già pubblicata e la decisone è stata ufficializzata dopo che le autorità della città di Shenzhen avevano già vietato di mangiare cani e gatti.