Italia

Ventenne decide di fare il bagno di notte, si tuffa batte la testa e muore

Silvia Doriguzzi , vent’anni ha perso la vita perché ha deciso di fare un bagno in mare di notte.

La ragazza dopo essersi tuffata nel  lago di Garda, di notte, ha sbattuto la testa ed è morta.

Silvia Doriguzzi era di Belluno ma era a Peschiera del Garda, Verona perché doveva iniziare a lavorare come barista.

Un agente ha assistito alla scena del tuffo e ha contattato immediatamente i Carabinieri di Peschiera.

Le forze dell’ordine sono intervenute e hanno iniziato la ricerca della ragazza in acqua.

Silvia è stata intercettata sotto un pontile senza sensi, soccorsa e stata portata in spiaggia ma era in arresto cardiaco.

I Carabinieri si sono subito attivati con la procedura di respirazione artificiale fino a che sono arrivati i soccorsi che hanno continuato per venti minuti con la respirazione artificiale ancora fino a che la il cuore della ragazza non ha ripreso a battere.

Ma poi, poco dopo è deceduta.

Le forze dell’ordine hanno ricostruito la vicenda e hanno scoperto che la ragazza dopo aver abusato di sostanze alcoliche si era tuffata e aveva battuto la testa. In seguito al violento colpo era svenuta.