Italia

A 50 anni muore di Covid, la dura denuncia del figlio “Mia madre morta perché il medico di base si è rifiutato di visitarla”

Silvana Fiore è morta dopo aver lottato per quasi un mese contro il terribile virus. Operatrice socio-  sanitaria, lavorava presso una rsa in Molise.

In quella rsa, agli inizi di novembre, era scoppiato un focolaio, parecchi gli ospiti anziani contagiati e anche qualche operatrice socio-sanitaria, tra queste Silvana Fiore.

Le condizioni subito dopo la scoperta della positività al Covid, sono peggiorate tanto da rendersi necessario il ricovero nel reparto di malattie infettive del Covid Hotel di Atri in Abruzzo.

Luigi, figlio di Silvana, ha voluto rendere noto come è morta la madre e quali sono stati, secondo lui, i reali colpevoli.

«Abbiamo chiamato il nostro medico ma lui, senza nemmeno sapere se mia madre era positiva, si è rifiutato di visitarla, dicendo: “mi spiace ma non rischio di infettarmi”. E le prescrive un antibiotico generico e il cortisone».

Subito dopo la risposta del medico di base, la donna continuava a non stare bene, aveva difficoltà respiratorie e decise di sottoporsi a tampone in una clinica privata.

L’esito era quello che tutti temevano, positiva.

La donna chiamò nuovamente il medico di famiglia che invece di venirla a visitare “Le consigliava di andare in farmacia a comperare una bombola per l’ossigeno».

Solo dopo due giorni le condizioni di Silvana peggiorano sensibilmente. Suo marito decise di chiamare il 118. I soccorritori arrivano sul posto:  «I sanitari, dopo aver visitato mia madre, dissero che si trattava di un attacco di panico. E decidono, contro la nostra volontà, di non portarla in ospedale».

Il marito di Silvana decise di trasportare sua moglie in Abruzzo per cercar di avere una migliore assistenza. Arrivato all’ospedale di Castel di Sangro: “Ci mandano via perché, dicono, è una paziente di competenza Asl molisana, papà, disperato, riprende la macchina e riparte verso casa. Ma durante il viaggio, mamma ha una forte crisi. Babbo rigira e la riporta all’ospedale di Castel di Sangro».

Finalmente i medici decidono di ricoverare la donna. Dopo solo un giorno Silvana viene trasferita al Covid Hospital di Atri, veniva intubata ma dopo 10 giorni di sofferenza muore.