breaking-news, Italia

Abolizione province: con legge Delrio in arrivo taglio personale e tantissimi esuberi

Abolizione-province-con-legge-Delrio-in-arrivo-taglio-personale-e-tantissimi-esuberi

Con la legge Delrio, sottosegretario della Presidenza del Consiglio ed uomo di estrema fiducia di Matteo Renzi le province perderanno potere.

Poteri che sono enormi che dovrebbero passare ad altri organi che però al momento non si sa quale siano.

Inoltre bisognerà trovare una sistemazione al personale che dovrebbe essere smistato in altri enti pubblici comuni o regioni ma al momento non si è fatto ancora nulla in attesa che il parlamento approvi i decreti attuativi del disegno legge Delrio, il giorno della discussione e della eventuale approvazione sarà a brevissimo l’11 settembre.

Da quel giorno in poi il governo in attesa della modifica della Costituzione per la definitiva abolizione delle province dovrebbe fare un po’ di chiarezza su questi punti importantissimi ancora rimasti irrisolti.

Uno dei problemi che però sembrerebbe di difficile risoluzione è che più di 20 mila lavoratori dipendenti delle province risulterebbero essere in esubero.

Su questo numero enorme numero di personale in attesa di risposte concrete inerenti il proprio futuro si accesso un animato dibattito politico.

Una accurata indagine ha determinato che dei 47 mila dipendenti provinciali delle regioni a statuto ordinario solo 27 mila potrebbero essere ricco locati mentre per gli altri lavoratori vi è il problema rilevante di trovare una sistemazione ed ance in fretta

Sull’argomento è intervenuto molto duramente il presidente dell’unione Province italiane Alessandro Pastacci con le seguenti dichiarazioni: “In un momento così complesso, nel pieno della fase di attuazione della riforma delle Province e con il Paese alle prese con una crisi drammatica, parlare di esuberi di 20.000 persone senza alcun fondamento è fuori luogo. Che poi si definiscano assunzioni clientelari quelle dei 56.000 dipendenti delle Province, che hanno sostenuto e superato un regolare concorso pubblico, personalmente lo trovo vergognoso”.

Il presidente dell’Unpi ha anche detto di: “aver appreso dagli articoli dei giornali che il Ministero dell’Economia ha commissionato ad enti di ricerca privati uno studio sugli esuberi nel personale delle Province, che sarebbero causati dalla riforma Delrio”.

Ora serve che il sottosegretario Delrio faccia subito chiarezza sulla posizione del governo su questo argomento delicatissimo che riguarda ben 20 mila lavoratori.