breaking-news, Italia, Salute & Benessere

L’orzo è il rimedio naturale per riparare il cuore dall’infarto

L-orzo-è-il-rimedio-naturale-per-riparare-il-cuore-dall-infarto

Uno studio recentemente terminato dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa pubblicato sulla prestigiosa rivista “Journal of cellular and molecular medicine” che è stato oggetto di discussione al Congresso della Società europea di cardiologia ha scoperto che l’orzo può essere importantissimo per il nostro cuore.

L’orzo contiene un enzima importantissimo il beta-glucano che ha la capacità di riforma i vasi sanguigni e quindi di rigenerare  completamente il cuore dopo un infarto.

Una scoperta importantissima perché se in seguito testata positivamente, rimetterebbe  in sesto il cuore con un rimedio naturale come è appunto l’orzo.

A spiegare i risultati i questa sensazionale scoperta è stato l’artefice di questo studio in dottor Vincenzo Lionetti spiegando che: “L’endotelio che riveste le coronarie di un uomo adulto difficilmente genera nuovi vasi in un cuore infartuato. La scarsa capacità “angiogenica” delle cellule endoteliali adulte è anche alla base della scarsa capacità auto-riparativa del cuore adulto”


Il dottor Vincenzo Lionetti ha anche detto che: “I meccanismi alla base di tale insufficienza sono oggetto di intensa ricerca da parte della comunità scientifica internazionale. Fino a oggi non era noto se un’aumentata espressione dell’enzima Manganese superossido dismutasi nelle cellule endoteliali mature riuscisse a incrementare la capacità di generare nuovi vasi sani, senza richiedere l’intervento di cellule progenitrici endoteliali o di cellule staminali, e se questo risultato fosse possibile conseguirlo mediante il trattamento con composti naturali di tipo vegetale”.

Secondo l’autore dello studio proprio la natura è in grado di trovare rimedi importanti a tante patologie ma bisogna però scoprirli.

Ora però bisogna effettuare altri esperimenti per avere la certezza che l’orza abbia questa grande capacità di curare il cuore dopo un infarto.