breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Tumori al seno cresce il numero di donne colpite in giovane età

Tumori-al-seno-cresce-il-numero-di-donne-colpite-in-giovane-età

Sono tantissimi i nuovi casi di tumore al seno, in media ogni anno oltre 46 mila donne sono colpite da questa patologia.

Dati molto allarmanti per uno dei tumori più comuni che colpisce le donne.

Nel giro di sei anni vi è stato un incremento di pazienti del 14% ma quello che più preoccupa che ad esserne colpite sono sempre più le donne giovani in un’età compresa tra i 25 e i 44 anni.

E’ stato il presidente nazionale della Lilt,professor Francesco Schittulli, uno dei più rinomati oncologi italiani oltre ad essere un medico prestato alla politica ricoprendo il ruolo di Presidente della Provincia di Bari, che a Roma, durante la presentazione della XXII edizione della campagna “Nastro Rosa”, ha reso noto i dati sopra menzionati.

Sicuramente un quadro molto allarmante che deve cercare di trovare nuove soluzioni per combattere questa terribile patologia che purtroppo sta diventando sempre più comune.

Per questo tipo di cancro è molto importante la prevenzione.


Se si riuscisse a diagnosticare il tumore al seno quando appena si è formato le percentuali di sopravvivenza sono altissime se invece il cancro viene diagnosticato tardivamente il pericolo di decesso per il paziente è elevato.

Il presidente della Lilt Francesco Schittulli ha così commentato i dati sempre più allarmanti e le possibilità attualmente a disposizione dei medici per una diagnosi precoce:  “Le nuove tecnologie diagnostiche di imaging sempre più precise e sofisticate, insieme alla risonanza magnetica mammaria consentono oggi di poter individuare lesioni millimetriche in fase iniziale, quando il grado di malignità e l’indice di aggressività del tumore sono bassi e il processo di metastatizzazione è pressoché nullo”

Il professor Schittulli ha anche detto che ci sono anche delle buone notizie che se il cancro è scoperto quando la sua grandezza è al di sotto del centimetro ci sono grosse possibilità, più del 90%, di guarire, un dato che secondo il presidente nazionale della Lilt era impensabile 30 anni fa.

Per tutto il mese di ottobre ci sarà la campagna “Nastro Rosa” della Lilt durante la quale la grande associazione promuoverà la prevenzione nei 397 ambulatori presenti in tutto il territorio nazionale dove sarà possibile effettuare visite senologiche e controlli strumentali.