breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Torino, robot Mazor utilizzato per trapianto midollo spinale

Torino-robot-Mazor-utilizzato-per-trapianto-midollo-spinale

La robotica sta sempre più entrando nel mondo della medicina sostituendo l’uomo in molte funzioni.

Alcuni robot sono sperimentati in varie parti del mondo per interventi di alta chirurgia e sostituiscono in toto  l’uomo.

Alcune operazioni molto delicate vengono effettuate da robot che permettono un intervento più mirato e meno invasivo rispetto a quelli tradizionali limitando al massimo complicazioni o pericolosissime infezioni.

L’ultima invenzione del mondo della robotica adoperato in medicina, recentemente utilizzato anche in Italia, si chiama “Mazor”.

Mazor è stato acquistato dal Cto di Torino ed è utilizzato in via sperimentale per il trapianto del midollo spinale.


Il robot Mazor viene impiegato nel plesso ospedaliero di Torino, oltre che per il delicato intervento di trapianto spinale, anche per interventi meno complicati ad esempio per intervenire su deformazioni alla spina dorsale dovute alla scoliosi o per effettuare operazioni che necessitano di grande precisione come quelle per eliminare le masse tumorali presenti nel vicinanze della colonna vertebrale.

La percentuale di precisione e di riuscita dell’intervento alla spina dorsale garantita da Mazor è pari al 99%.

Mazor che è utilizzato in via sperimentale al CTO di Torino interviene sul paziente grazie ad un software usato dal chirurgo che permette a quest’ultimo di seguire sul video l’operazione che sta svolgendo il nuovo robot.

Con Mozar tanti sono i vantaggi che si hanno quali l’esporre il paziente al 60% alle radiazioni, ridurre notevolmente la durata della degenza ospedaliera del malato e anche la durata dell’intervento che diminuisce sensibilmente, più o meno del 60% rispetto al passato.