Gioco al parco acquatico finito male, bimba di 11 anni non riemerge dalla piscina, è in fin di vita

Una gita all’insegna del divertimento si trasforma in tragedia a Inzago, dove una bambina di 11 anni è stata trovata in arresto cardiocircolatorio nella piscina del parco Aquaneva.

Una Giornata di Divertimento Finita in Dramma

La prima uscita dell’anno, programmata come una giornata di svago in piscina con le amiche dell’oratorio, si è conclusa tragicamente. F.S., una bambina di 11 anni, non è riemersa dall’acqua al parco Aquaneva di Inzago, nel Milanese. La piccola, di origini senegalesi, è stata trovata priva di conoscenza nella vasca centrale del parco acquatico e le sue condizioni sono ancora molto critiche. L’incidente è avvenuto intorno alle 10 del mattino di lunedì 17 giugno, mentre F.S. si trovava in trasferta con il Cre dell’oratorio San Luigi di Caravaggio. Con lei c’erano circa duecento bambini e ragazzi, accompagnati da animatori e dal vicario don Andrea Piana.

Ipotesi di un Gioco Finito Male

Secondo le testimonianze raccolte dai bagnanti, sembra che la tragedia sia avvenuta durante un gioco in piscina. F.S. e alcune amiche avrebbero iniziato a sfidarsi a chi riusciva a trattenere il respiro più a lungo sott’acqua. Tuttavia, quando tutte le bambine sono riemerse, si sono accorte che mancava F.S.. La piccola è stata trovata adagiata sul fondo della piscina, già priva di conoscenza. Nonostante i tentativi di rianimazione, la bambina è stata estratta dall’acqua in condizioni critiche e trasportata d’urgenza in ospedale, dove le sue condizioni restano gravi.

Indagini e Mancanza di Sorveglianza

La verità su quanto accaduto è ancora da chiarire. Diverse ipotesi sono al vaglio delle autorità, tra cui un malore improvviso, un incidente o una tragica fatalità, visto che F.S. non sapeva nuotare e si trovava in una zona della piscina alta 1,60 metri, dove non poteva toccare il fondo. La ricostruzione dell’accaduto è complicata dalla mancanza di telecamere di videosorveglianza puntate sulla vasca in questione. Questo rende difficile per la polizia locale di Inzago determinare esattamente come siano andate le cose. Attualmente, gli investigatori stanno cercando di raccogliere più informazioni possibili dalle testimonianze dei presenti per fare luce su questa drammatica vicenda.