Wimbledon, l’amara sconfitta di Sinner, Medvedev “A un certo punto volevo far soffrire Jannik”

Jannik Sinner termina la sua corsa a Wimbledon 2024, sconfitto da Daniil Medvedev in cinque set.

La sconfitta di Sinner a Wimbledon

Jannik Sinner ha concluso la sua partecipazione a Wimbledon 2024 dopo una dura battaglia in cinque set contro Daniil Medvedev. Il tennista russo ha ottenuto la rivincita dopo aver perso al quinto set nella finale degli Australian Open. Questa volta, Medvedev ha prevalso e si è guadagnato un posto in semifinale. Durante il terzo set, Sinner ha accusato un capogiro, influenzando il suo rendimento e costringendolo a prendere un medical time-out. Medvedev ha spiegato che la sua tattica era far stancare Sinner, sapendo che l’italiano avrebbe dato il massimo nonostante i problemi fisici.

Le strategie di Medvedev e le difficoltà di Sinner

Medvedev ha ammesso di aver giocato con grande lucidità, cercando di sfiancare Sinner e di approfittare dei suoi momenti di difficoltà. “Non è facile giocare quando hai un avversario in difficoltà. Per qualche momento ho capito che non si muoveva molto bene. È sempre complicato perché vuoi giocare più punti e cerchi di farlo soffrire un po’ di più, diciamo in senso positivo. Sapevo che non si sentiva bene, ma che sarebbe potuto stare meglio e infatti ha iniziato a giocare meglio da un certo punto”, ha dichiarato Medvedev.

Il russo, paragonando la partita a una partita di scacchi, ha spiegato che si aspettava il ritorno di Sinner e ha immaginato un cambio di tattica da parte dell’italiano, che avrebbe dovuto giocare con maggiore potenza non essendo al top fisicamente. “Allo stesso tempo sai che ad un certo punto lui dirà ok, non posso più correre. Quindi giocherò al massimo della potenza. Ed è quello che ha fatto. Ha avuto due setpoint per vincere il terzo set. Comunque tutto bene quello che finisce bene. Sono felice di aver vinto e non vedo l’ora di giocare la semifinale”, ha concluso Medvedev.