breaking-news, Italia

Usa, vendite record per Barbie con qualche chilo di troppo e smagliature

Usa-vendite-record-per-Barbie-con-qualche-chilo-di-troppo-e-smagliature

Tutte le bambine hanno avuto e hanno giocato con una Barbie.

Bambine bionde, bambine more, bambine rosse e castane, tutte quando giocavano di sentivano un po’, Barbie, un mix di ingenuità, bellezza e spensieratezza.

Barbie, che gioca a tennis, Barbie che fa shopping on le amiche, Barbie che percorre nella bellissima auto di Ken la città raccogliendo sguardi di ammirazione e di stupore.

Ma oggi il sogno è finito.

O, forse, comincia il sogno di tutte quelle bambine che guardavano Barbie e avrebbero tanto voluto essere come lei anche quando il gioco finiva.


E questo perché, da ieri, la Barbie che si trova sugli scaffali dei negozi di giocattoli non è più bionda, bensì bruna, non più longilinea e alta ma ha un’altezza pressoché standard, con un po’ di cellulite e anche , volendo, con l’acne.

Costa 25 dollari e il suo “papà”,  Nickolay Lamn, ventisei anni, ha preferito creare una bambola uguale a tantissime tee-ager e non, piuttosto, uguale ad un modello troppo lontano di bellezza, perché praticamente senza imperfezioni.

Quindi una Barbie con qualche “chiletto” in più munita di adesivi ( l’acne o cellulite) che, all’occorrenza, vanno tolti o applicati.

Nickolay Lamn  ha spiegato il perché di questa scelta con poche parole che, però, sono cariche di significato ed esplicano un concetto assolutamente condivisibile:”La mia intenzione e’ quella di mostrare come la normalità sia bella”.

Come dargli torto!

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=lk1PvPRLTDU[/youtube]