breaking-news, Italia

Matteo Renzi vede Romano Prodi possibile accordo per il Colle

Matteo-Renzi-vede-Romano-Prodi-possibile-accordo-per-il-Colle

Matteo Renzi ieri, a sorpresa, ha incontrato, per più di due ore, l’ex premier Romano Prodi.

All’incontro avvenuto a Palazzo Chigi, oltre a Matteo Renzi e Romano Prodi, era presente anche Graziano Delrio sottosegretario della presidenza del Consiglio.

Alla fine dell’incontro Matteo Renzi non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

L’ufficio stampa del governo ha subito chiarito che l’incontro tra il Presidente del Consiglio Matteo Renzi e Romano Prodi non è avvenuto per una possibile candidatura del fondatore dell’Ulivo come Presidente della Repubblica.

Secondo fonti vicine alla presidenza del consiglio, Matteo Renzi e Romano Prodi avrebbero parlato di problemi internazionali.


Matteo Renzi  potrebbe, però, aver incontrato Romano Prodi proprio per comprendere la disponibilità per una eventuale candidatura a Presidente della Repubblica del professore emiliano.

Il nome di Romano Prodi potrebbe essere accettato da  tutto il Partito Democratico perché, appunto Prodi,  è uno dei pochi politici Dem che non si è schierato né con la minoranza del partito né con i renziani.

Il nome di Romano Prodi come presidente della Repubblica è ben visto anche dai componenti del Movimento Cinque Stelle.

L’incontro di Renzi con Romano Prodi non è piaciuto a Silvio Berlusconi che ha sempre dichiarato che il nuovo Presidente della Repubblica deve essere una figura condivisa anche dalla minoranza del parlamento.

Per i deputati di Forza Italia, Romano Prodi, non è uno dei nomi graditi, al contrario, la sua eventuale  candidatura potrebbe creare contrasti  per la riforma elettorale che presto sarà discussa in parlamento.

Commenti positivi sull’incontro tra Romano Prodi e Matteo Renzi provengono dalla minoranza del partito democratico.

Potrebbe essere quindi proprio l’ex presidente del Consiglio Romano Prodi a ricompattare, con la sua candidatura a Capo dello Stato,  il Partito Democratico.