breaking-news, Gossip & Spettacolo, Italia

La compagna di Pino Daniele racconta le ultime ore del cantante

La-compagna-di-Pino-Daniele-racconta-le-ultime-ore-del-cantante

Amanda Bonini compagna di Pino Daniele, in una lunga intervista rilasciata all’Ansa, racconta cosa è successo la sera della morte del celebre cantante napoletano.

La compagnia di Pino Daniele racconta che fu proprio il cantautore napoletano a chiedere, dopo il malore, di essere trasportato a Roma.

Amanda Bonini racconta che Pino Daniele, dopo essersi sentito male, era lucido e nella macchina che poi iniziò la sua corsa verso la capitale, il cantante entrò con le sue gambe senza aver bisogno di essere aiutato.

Pino Daniele si era sentito telefonicamente con il suo cardiologo di fiducia ed aveva deciso di recarsi a Roma per ricoverarsi presso un ospedale della capitale per gli accertamenti necessari.


Amanda Bonini racconta che: “Ho fatto quello che mi ha ordinato di fare. Tenevo alla sua vita più che alla mia. Ho messo a repentaglio la mia vita per inseguire l’unica possibilità che avevo di salvarlo”.

La compagna del cantante napoletano è stata recentemente sentita dai giudici di Roma che indagano sulla morte di Pino Daniele.

La donna racconta che sta vivendo il periodo più brutto della sua vita in seguito alla morte del suo compagno ma anche per alcune dicerie sul soccorso a Pino Daniele che, secondo alcuni, non è stato tempestivo oltre alla circostanza che la villa in campagna, dove viveva con il cantautore, è stata visitata dai ladri.

Amanda Bonini svela che presto potrebbe sloggiare dalla villa in provincia di Grosseto dove abitava con Pino Daniele: “Avevo una mia casa sul lago di Bolsena prima di venire qui, ma pensavo di non tornarci più perché la mia casa è dove è la persona che amo. Pino è nel mio cuore e ci resterà per sempre. Io sono dove è lui. Ma se lui non è più qui, nemmeno io non starò più qui”.

Il testamento di Pino Daniele non è stato ancora letto ma Amanda Bonini precisa che non ha alcuna pretesa.

Pino Daniele è stato cremato e i suoi resti per 10 giorni saranno ospitati presso la Sala Baroni del Maschio Angioino.

In seguito, come aveva deciso Pino Daniele, il suo corpo riposerà in Toscana nel cimitero di Magliano in provincia di Grosseto.