Pd, Renzi su Bersani e minoranza dem solo polemiche sterili

0
322
Pd-Renzi-su-Bersani-e-minoranza-dem-solo-polemiche-sterili

Pd-Renzi-su-Bersani-e-minoranza-dem-solo-polemiche-sterili

Il mondo politico italiano sta vivendo un momento di grossa fibrillazione.

Le guerre intestine che sono scoppiate all’interno di Forza Italia e Lega nord sembravano le uniche e che nel Pd fosse stata sotterrata l’ascia di guerra dalla minoranza Dem.

L’armonia nel Partito Democratico sembrava essere tornata dopo l’elezione a Presidente della Repubblica di Sergio Mattarella, uomo votato da tutti i rappresentanti Dem.

Invece, sotto la cenere, c’era del fuoco che ardeva ancora.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato l’incontro programmato dal segretario del Pd nonché Premier Matteo Renzi con tutti i parlamentari Dem per lo scorso venerdì 27 febbraio al Nazareno.

La discussione aveva all’ordine del giorno problemi importanti e future riforme al vaglio dell’esecutivo Renzi quali quelle sulla scuola, rai e fisco.

Il primo a provocare lo strappo nei Dem è stato Pierluigi Bersani che, a sorpresa, ha comunicato la sua volontaria assenza all’incontro dei parlamentari Dem previsto per venerdì scorso.

Bersani aveva detto di non essere d’accordo con il Job Act approvato dall’esecutivo Renzi ed, inoltre, che non avrebbe mai votato la riforma elettorale così come era stata presentata per il voto in parlamento.


Dunque, alla riunione di venerdì dei parlamentari Pd erano presenti solo quelli da sempre vicini al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Erano solo 200 i parlamentari che hanno ascoltato al Nazareno la relazione del Premier Renzi su scuola e Rai che saranno gli argomenti trattati dal prossimo consiglio dei ministri.

Assenti all’incontro del Nazareno tutti gli esponenti di spicco dell’area Dem, da Pippo Civati, a Gianni Cuperlo per finire a Massimo D’Alema.

Il Premier Renzi ha liquidato la clamorosa decisione della minoranza dem di boicottare l’incontro come “polemiche sterili e ingiustificate”.

La sensazione, però, è che forse, questa volta, la rottura tra maggioranza e minoranza del Pd sia veramente insanabile.

Loading...
Загрузка...