breaking-news, Italia

Cessione Milan oggi incontro decisivo tra il thailandese Mr Bee e Berlusconi

Cessione-Milan-oggi-incontro-decisivo-tra-il-thailandese-Mr-Bee-e-Berlusconi

Silvio Berlusconi è sempre più vicino alla cessione della quota di maggioranza del Milan.

Ieri l’ex presidente del consiglio si è a lungo incontrato con sua figlia Barbara e con l’amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani.

L’incontro tra Silvio Berlusconi, Barbara Berlusconi e Adriano Galliani è avvenuto ieri nella villa San Martino nei pressi di Milano.

Alla fine dell’incontro è stato diramato un comunicato stampa a firma di Barbara Berlusconi nel quale la figlia del cavaliere ha dato il via libera alla cessione della squadra rossonera a Mister Bee.

Proprio Barbara Berlusconi nei giorni scorsi era sembrata quella del direttivo del Milan che aveva più perplessità nell’operazione di cessione della società del Milan.

Oggi dovrebbe esserci l’incontro decisivo tra il magnate thailandese e Silvio Berlusconi con la cessione del 51% delle  quote del Milan a Mister Bee per 500 milioni.

Silvio Berlusconi starebbe per mettere la parola fine alla sua presidenza che è durata 29 anni ed ha portato il Milan ai vertici mondiali con la vittoria di ben 28 trofei.

I 500 milioni di euro che Mister Bee verserà nelle casse del club rossonero serviranno a pareggiare le perdite di bilancio che per quest’anno sono pari a 91,28 milioni di euro ed ha rinforzare la rosa della squadra rossonera.

Mister Bee che in questi giorni ha postato sul suo profilo istagram alcune foto con potentissimi banchieri orientali si tratterrà a Milano solo fino alla serata di oggi.

La conclusione della trattativa con il relativo passaggio della squadra rossonera nelle mani di Mister Bee dovrebbe concludersi entro oggi.

Il magnate thailandese ha già preannunciato che il Milan, se diventerà di sua proprietà, sarà quotato in borsa sia a Milano che Hong Kong con l’obiettivo di raccogliere più fondi possibili che serviranno ad acquistare giocatori di prestigio che potranno far tornare la squadra rossonera agli antichi fasti.