breaking-news, Italia, Sport & Tecnologia

Expo, Zimbabwe dopo hamburger al coccodrillo arriva quello di zebra

Una novità assoluta per l’Italia arriva all’Expo di Milano dal padiglione di uno dei più belli  paesi del continente nero lo Zimbabwe.Expo-Zimbabwe-dopo-hamburger-al-coccodrillo-arriva-quello-di-zebra

La cultura gastronomia dei paesi africani è totalmente differente da quella nostra e in molti visitatori dell’Expo sono rimasti stupiti dopo che nel padiglione dello Zimbabwe era possibile degustare l’hamburger con la carne di coccodrillo.

Ma il padiglione dello Zimbabwe all’Expo 2015 di Milano gastronomicamente non smette mai di stupire, dopo l’hamburger con carne di coccodrillo da pochi giorni è possibile gustare un nuovo tipo di panino con carne di zebra.

Allo stand dello Zimbabwe hanno subito reso noto che la carne di zebra che si può gustare nel padiglione proviene da appositi allevamenti.

I dirigenti del padiglione dello Zimbabwe contano di avere, con l’hamburger con carne di zebra, lo stesso incredibile successo avuto con quello di carne di coccodrillo che è andato a ruba.

Allo stand dal console onorario della nazione africana è stato spiegato che “La carne di zebra è magra, ma proteica. Per questo la mangiano gli sportivi. Ha solo 0,5 grammi di grasso ogni cento”.

Il console onorario ha anche spiegato che la carne di zebra assomiglia come sapore a quella del cinghiale.

Per l’occasione allo stand dello Zimbabwe hanno anche studiato un menù per chi vuole assaggiare il panino.

Con il costo di 15 euro si può assaggiare l’hamburger con carne di zebra condito con formaggio e salse varie e anche avere una bibita tipica del paese africano, lo Baobad.

La carne di zebra proviene da allevamenti dello Zimbabwe ma viene trattata in Italia da un’azienda di Milano, la De Amicis che è l’unica in tutto il nostro territorio ad avere il permesso dall’Asl a trattare questo tipo di carni.

 Al padiglione dello Zimbabwe un responsabile ha voluto sottolineare che: “Sono cose diverse la carne di zebra da noi è un piatto tipico e viene allevata. Non cacciata come fate voi con il capriolo. È una questione culturale: qui la zebra è un animale da cartone animato, come anche il coccodrillo. Per noi sono animali da allevare, da macello, come per voi i vostri. Proporli all’Esposizione Universale è un modo per fare conoscere le nostre tradizioni e per combattere il razzismo alimentare”.

In Italia l’importazione di carne di zebra non è consentita mentre in Zimbabwe è usanza cibarsene.

Il 31 agosto all’Expo sarà la giornata internazionale dedicata allo Zimbabwe e per quel giorno è atteso un nuovo tipo di hamburger.