breaking-news

Bari calcio: ultime notizie pignoramento cartellino Galano e pillole calciomercato

Bari-calcio-ultime-notizie-pignoramento-cartellino-Galano-e-pillole-calciomercato

L’ultima umiliazione che hanno dovuto subire i tifosi biancorossi è stata il pignoramento del cartellino a scapito del giocatore dell’A.S. Bari Cristian Galano.

Infatti, la Wyn Consult che curava il servizio di steward presso lo stadio San Nicola nelle scorse stagioni, ha pignorato per 70 mila euro il cartellino del forte centrocampista barese.

Tale creditore, l’azienda che si occupava della sicurezza, ha, dunque, azionato un recupero crediti che non ha precedenti nella storia del calcio.

Sul pignoramento e sulla stato societario in generale oggi ha parlato l’amministratore unico del Bari Francesco Vinella che non ha escluso che nel prossimo futuro altri creditori presenteranno un’istanza di fallimento della società.

Il massimo responsabile della società barese ha anche riferito che l’avvocato Francesco Biga ha rinunciato al mandato come difensore del società A.S. Bari e che ora si sta ricostruendo nel dettaglio la situazione debitoria della società.

L’A.S. Bari a febbraio dovrà far fronte a più di 800 mila euro per il pagamento degli stipendi di novembre e dicembre dell’anno scorso e dei contributi Inps ed Inail e a tal proposito l’amministratore unico della società biancorossa ha dichiarato che si sta facendo tutto il possibile per il reperimento della somma.

Per quanto riguarda il calciomercato sono tre i giocatori che potrebbero cambiare maglia e sono Fedato, Galiano e Sciaudone.

Francesco Fedato dovrebbe nelle prossime ore passare allo Spezia dove troverebbe David Mangia che lo ha allenato già con l’Under 21 azzurra.

Il Bari dalla cessione dell’esterno dovrebbe ricavare un milione di euro.

Anche Cristian Galano autore fino ad ora di uno splendido campionato condito da sei reti ha diverse squadre di serie A che lo corteggiano, Parma e Cagliari su tutte.

Daniele Sciaudone invece interessa, in serie B, ad una squadra di vertice che potrebbe acquistare la metà del cartellino per 500 mila euro.