breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Aids, l’untore di Roma ha un nome è Valentino Talluto, ha contagiato 32 donne

Aids-l-untore-di-Roma-ha-un-nome-è-Valentino-Talluto-ed-ha-contagiato-32-donne

Si pensava che Valentino T non fosse il vero nome dell’untore di Roma che è ancora rinchiuso in carcere per aver adescato molte donne della capitale tramite chat di un social network e poi aver fatto del sesso con loro senza aver svelato che fosse sieropositivo.

Invece, il vero nome dell’untore di Roma è proprio Valentino ed il suo cognome è stato svelato è Talluto; sono state le forze dell’ordine che hanno deciso di diffondere il nome dell’uomo che fino ad ora ha infettato con rapporti non protetti ben 32 donne della capitale.

 L’uomo che ha 31 anni che sembra abbia deciso di vendicarsi con le donne dopo che nel 2006 fu contagiato per un rapporto avuto con una donna che era molto più grande di lui, ha cercato di spiegare le ragioni per le quali ha contagiato al momento 32 donne senza confessare alle stesse, prima del rapporto, che era sieropositivo.

L’uomo che è rinchiuso nel carcere di Regina Coeli ha ammesso di aver sbagliato e di essere stato un incosciente. Valentino Talluto ha raccontato della sua infanzia che non è stata felice con i genitori che lo hanno spesso lasciato solo senza mai cercare di educarlo.

L’uomo ha ripetuto le frasi già dette come autodifesa al magistrato sostenendo che il sesso si fa in due e che non ha mai costretto una donna ad avere rapporti con lui. Inoltre, ha anche confermato che ad alcune di queste donne aveva confessato di essere sieropositivo e le stesse avrebbero comunque voluto avere rapporti con lui.

Valentino Talluto ha anche detto che : « Non è vero che non mi sono voluto curare. Il medico che mi ha seguito all’inizio non mi ha mai detto che erano necessari farmaci».

Valentino Talluto lavorava presso una ditta ad Acilia e le forze dell’ordine hanno iniziato ad indagare contro di lui qualche mese fa dopo una denuncia di una ragazza che aveva avuto rapporti con l’untore di Roma e dopo qualche mese aveva scoperto di essere sieropositiva.

Le forze dell’ordine, da quando è iniziata questa storia, hanno sentito diverse donne che hanno avuto rapporti con l’untore di Roma, tra queste dieci hanno sostenuto i test sull’Hiv ma non sono risultate sieropositive. Al momento sono 32 le donne contagiate di una fascia di età tra i 20 e i 30 anni e tra queste ci sarebbe anche una ragazza che quando ebbe il rapporto con Valentino Talluto aveva solo 14 anni. Sono stati contagiati indirettamente anche due uomini che hanno avuto rapporti con due donne che in precedenza avevano conosciuto ed erano uscite con Valentino Talluto.