breaking-news, Italia

Sant’Agata di Militello occulta il cadavere del padre per riscuotere la pensione

Sant-Agata-di-Militello-occulta-il-cadavere-del-padre-per-riscuotere-la-pensione

Ai carabinieri di Messina che stavano perquisendo un appartamento in un piccolo paesino di Sant’Agata di Militello è apparso qualcosa di impensabile: un corpo di un uomo di una certa età in evidente stato di decomposizione che era stato nascosto dal figlio con l’unico scopo di continuare a riscuotere la pensione.

L’uomo di 33 anni, che ha occultato il cadavere del padre, era già conosciuto alle forze dell’ordine di Messina per alcuni reati commessi in precedenza. I Carabinieri hanno arrestato l’uomo che alla vista dei carabinieri ha fatto di tutto per impedire la perquisizione dell’appartamento dove abitava con l’anziano padre.

Il trentatreenne è stato sottoposto al fermo ed è ora agli arresti domiciliari e dovrà rispondere dei reati di occultamento di cadavere e resistenza a pubblico ufficiale.  Il padre dell’uomo arrestato aveva 85 anni e i carabinieri non hanno potuto risalire alla data della sua morte. Il giudice che segue le indagini, ha disposto l’autopsia del cadavere per comprendere quando l’anziano uomo sia realmente deceduto.

A insospettire i carabinieri erano stati alcuni comportamenti anomali dell’uomo di trentatré anni ed inoltre l’odore nauseabondo che alcuni vicini sentivano arrivare dall’appartamento dove da tempo vi era il corpo in decomposizione del pensionato di 85 anni.

Al pregiudicato, che era già agli arresti domiciliari, era morta solo qualche tempo fa la madre. L’’uomo se avesse comunicato alle forze dell’ordine la morte anche del padre doveva essere rinchiuso in prigione. L’uomo aveva commesso in passato alcuni reati e gli erano stati concessi i domiciliari proprio per accudire il padre di 85 anni.

I carabinieri però si sono insospettitati dal fare dell’uomo che durante una normale perquisizione degli uomini delle forze dell’ordine ha iniziato ad agitarsi più del dovuto tentando di non fargli entrare nella stanza da letto, dove vi era il cadavere del padre. L’appartamento dove i carabinieri hanno fatto la terribile scoperta è stato sottoposto a sequestro.

I carabinieri stanno cercando di comprendere se l’anziano uomo trovato in evidente stato di decomposizione è morto per cause naturali o perché è stato ucciso dal figlio. Le forze dell’ordine però sembrano essere quasi sicuri che l’uomo sia morto per cause naturali ma per avere l’assoluta certezza attendono i risultati dell’autopsia che farà chiarezza sulle cause della morte del povero uomo che ora avrà una degna sepoltura.