breaking-news, Gossip & Spettacolo, Italia

Airasca, impiegata delle poste sviene durante rapina la soccorrono i due ladri

Torino-impiegata-delle-poste-sviene-durante-rapina-la-soccorrono-i-due-ladri

Una storia incredibile quella che ci apprestiamo a raccontare. Ad Airasca, un piccolo paesino di poco più di 3 mila abitanti in provincia di Torino, due malviventi si sono introdotti nell’ufficio postale vestiti da operai. I due ladri vestiti con una tuta da lavoro blu, indossavano un cappello ed avevano un paio di occhiali da sole dalle dimensioni molto ampie che copriva i loro occhi.

I due rapinatori si erano vestiti da operai per evitare che la vigilanza all’ingresso potesse fermarli ed indossavano grandi occhiali da sole per evitare di essere riconosciuti dalle forze dell’ordine, per le riprese delle telecamere. I due rapinatori, che non destavano alcun sospetto, si sono introdotti nell’ufficio postale e si sono recati dal direttore.

I due malviventi hanno chiesto al responsabile della filiale della posta di aprire la cassaforte e di dare loro tutto il denaro contenuto al suo interno. La risposta del direttore, che era molto impaurito per la situazione, è stata che “La cassaforte ha una apertura a tempo e proprio per questo abbiamo dovuto attendere l’orario di apertura”.

I due malviventi hanno deciso di chiudere nel bagno dell’ufficio postale sia il direttore che un impiegato e poi di liberarli solo quando sarebbe scoccata l’ora che la cassaforte poteva essere accessibile e si poteva aprire. Il direttore ha raccontato agli investigatori che i due rapinatori: “Non avevano armi con sé, ma il tono di voce era forte e deciso e non abbiamo potuto far nulla”.

Ma quando il direttore e un impiegato dell’agenzia postale erano rinchiusi nel bagno è successo qualcosa di incredibile. Una impiegata della posta si è sentita male e i primi che l’hanno soccorsa sono stati proprio i due rapinatori, si sono avvicinati alla povera donna che era svenuta ed hanno cercato in tutti i modi di rianimarla.

L’impiegata della posta è stasa subito accompagnata dai due malviventi nell’antibagno. I due rapinatori hanno fatto sedere la donna e le hanno detto di non aver paura perché presto sarebbe finito tutto e perché se ne stavano per andare via.

Alle ore 8,15 la cassaforte dell’agenzia postale è stata aperta dal direttore ed i malviventi sono entrati in possesso di tutto il denaro che c’era al suo interno, circa 28 mila euro. I rapinatori, entrati in possesso del denaro, sono andati via dall’ufficio postale e sono spartiti nel nulla.

Il direttore ha chiamato prima i soccorsi per la sua collega che non stava bene e poi i carabinieri che dopo pochi attimi sono arrivati nell’agenzia postale. I due rapinatori al momento non sono stati ancora rintracciati.