Modena, coniugi regalano all’ospedale 2 milioni per realizzare un nuovo reparto

0
606
Modena-coniugi-regalano-all-ospedale-2-milioni-per-realizzare-un-nuovo-reparto

Modena-coniugi-regalano-all-ospedale-2-milioni-per-realizzare-un-nuovo-reparto

Un’anziana coppia di Modena ha  deciso di donare tutti i suoi averi per la costruzione di un intero reparto del policlinico della loro città. Il  reparto, dopo due anni di lavoro è stato realizzato ed inaugurato. La coppia ha spiegato ai tanti giornalisti presenti all’inaugurazione il motivo del clamoroso gesto.

I due hanno reso noto che non hanno figli ed hanno deciso di donare i loro averi, pari a due milioni di euro, per aiutare i loro concittadini ad avere un nuovo reparto ospedaliero che possa curare 28 pazienti.

Una donazione che resterà per sempre nella storia è stata fatta da due coniugi emiliani. Otello Burani e Maria Giovetti avevano deciso già tre anni fa, nel 2013, di donare una maxi somma di denaro al plesso ospedaliero Policlinico di Modena.

Otello e Maria hanno donato 2 milioni di euro spiegando il perché: “Un gesto di riconoscenza verso la nostra terra”.

Lo scopo della donazione era quello che con quei soldi fossero costruito un nuovo reparto all’ospedale di Modena.

Il reparto dopo tre anni di lavori è stato finalmente costruito e sarà adibito alla degenza di 28 pazienti malati di cancro e servirà per aprire un nuovo reparto per i trapianti.

Otello Burani e Maria Giovetti hanno spiegato il loro gesto affermando che: “Non avendo avuto la fortuna di avere figli, ci siamo a lungo chiesti come avremmo potuto impiegare al meglio i frutti del nostro lavoro”.

I due coniugi hanno spiegato come sono riusciti a mettere da parte tutta quella somma. Otello Burani e Maria Giovetti hanno lavorato per anni nelle vernici utilizzabili per le auto ed erano diventati fornitori anche della Ferrari.

Otello e Maria hanno raccontato di aver conosciuto il grande Enzo Ferrari e che molto spesso lo andavano a trovare presso la sede della sua azienda a Maranello.

Otello e Maria per lungo tempo hanno pensato a chi dover donare quella fortuna accumulata poi nel 2013 decisero di fare in modo che quei soldi dovevano servire ad alleviare la sofferenza degli ammalati.

Subito dopo la donazione i dirigenti del policlino di Modena hanno iniziato a chiedere i permessi per la costruzione del nuovo reparto e finalmente ad agosto del 2014 i lavori hanno avuto inizio.

Otello Burani ha raccontato che: “Mi sono recato poche volte in cantiere perché avevo piena fiducia nel Policlinico. Non vedevo l’ora di veder terminato il progetto. Ora sono rimasto senza parole da quanto è bello. Avevo fretta di vederlo nascere, non avevo idea di come sarebbe stato. Averlo visto realizzato è eccezionale: un lavoro così non me l’aspettavo”.

Il signor Otello ha ribadito “È scattata dentro di me la scintilla ed ho capito che avremmo potuto fare qualcosa d’importante per Modena, una terra che ci ha dato tanto. Parlavo con gli infermieri e con tante persone all’interno. Capii che il reparto trapianti era l’unico in difficoltà. Allora m’è balenata l’idea che era il reparto che dovevo aiutare. Ho capito che l’ospedale aveva bisogno di un rinnovato Centro trapianti e non ho avuto più dubbi: una volta presa la decisione mi sono trovato bene, mi sono sentito leggero”.

L’inaugurazione del nuovo reparto del policlinico di Modena è avvenuta ieri ed erano prestati di due coniugi Otello Burani e Maria Giovetti che era molto emozionati dall’evento.