breaking-news, Italia, Sport & Tecnologia

Chattare anche al cinema si può, in arrivo sale phone friendly

Chattare anche al cinema si può, in arrivo sale phone friendly

Per dare nuovi incentivi ai giovani per  andare al cinema, in questi ultimi anni ne stanno pensando tutte. L’ultima trovata è stata quella dell’amministratore delegato di American Movie Classics, Adam Aron.

Adam Aron ha pensato di creare delle sale cinematografiche  “phone friendly” che permettere ai tantissimi giovani di utilizzare i social anche quando è in corso la proiezione di un film.

L’amministratore delegato di Amc ha spiegato che è una strategia da parte della sua azienda per invogliare sempre più giovani ad andare al cinema.

Nell’era dei social, secondo Adam Aron, è impossibile vietare l’utilizzo degli smartphone ai ragazzi e quindi fare in modo che anche nelle sale cinematografiche vi sia la possibilità di utilizzare il cellulare è un incentivo in più per andare al cinema.

Adam Aron ha reso nota la volontà di creare dei cinema “phone firendly” con il seguente comunicato stampa: “Quando chiedi a un 22enne di spegnere il telefono per non disturbare il film, è come se gli stessi dicendo di amputarsi il braccio sinistro all’altezza del gomito.  Non puoi chiedere a un 22enne di spegnere il cellulare. Non è il modo in cui i giovani vivono la loro vita. Dobbiamo trovare un modo per realizzare questa idea, senza disturbare gli spettatori che vogliono godersi il film“.

Il colosso Amc possiede in tutto il territorio degli Stati Uniti d’America più di 5 mila sale e i tecnici della nota azienda americana stanno sempre più pensando di adibire una parte delle sale cinematografiche all’utilizzo degli smartphone.

Adam Aron ha anche chiarito che i tecnici devono fare in modo che la zona “phone friendly” non crei disturbo agli utenti tradizionali che non vogliono sentire alcun rumore durante la programmazione del film.

In tutte le sale cinematografiche sono stati apposti all’ingresso dei cartelli che invitano a non utilizzare il cellulare all’interno delle sale.

I cartelli sono stati apposti per fare in modo che gli spettatori non siano disturbati durante la programmazione dei film da continui squilli del cellulare-

Secondo Adam Aron: “Una possibilità potrebbe essere la creazione di auditorium destinati ai millennials. Luoghi in cui i più giovani possono chattare mentre viene trasmesso il film“,

Adam Aron ha anche spiegato che la creazione di apposite sale cinematografiche che abbiamo una zona “phone friendly” consentirebbero agli spettatori di seguire il film scelto senza creare conflitto tra coloro che non vogliono essere disturbati e chi, al contrario vuole vedere lo spettacolo ma nello stesso tempo restare in contatto con i propri amici.

I ragazzi in questi ultimi anni sono diventati dipendenti dal cellulare tanto da utilizzarlo nei posti più impensabili. Gli smartphone vengono utilizzati anche per fare selfie di qualsiasi genere che poi sono postati e commentati sui social.